Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, per il governatore Zaia tutta l'Italia entrerà in zona gialla: a rischio altre regioni

Il governatore del Veneto Luca Zaia è preoccupato per l'aumento dei contagi di Covid e prevede che l'Italia possa essere tutta in zona gialla. Al di là delle previsioni, ci sono già alcune regioni che rischiano il cambio colore

30 Novembre 2021

Il governatore del Veneto Luca Zaia

Fonte: LaPresse

Il governatore del Veneto Luca Zaia sta iniziando a temere questa nuova variante del Covid, al punto tale da dichiarare che l'Italia ha ormai numeri da zona gialla visto l'andamento generale. Intanto alcune regioni sono in bilico e sembrano vedere il cambio colore sempre più vicino nonostante il ritmo alto delle vaccinazioni.

Covid, Luca Zaia prevede un'Italia completamente in zona gialla

Luca Zaia è intervenuto a Start, su SkyTg24 e non ha mascherato le sue preoccupazioni. Sembra essere abbastanza pessimista dopo aver dichiarato che "se continuerà così, tutta Italia, o quasi, passerà al giallo nelle prossime settimane". Questo è il pronostico del governatore del Veneto che, ci auguriamo ovviamente non sia giusto, perché significherebbe un aumento delle ospedalizzazioni e che quindi il virus sta prevalendo sulla popolazione. Zaia, ormai saturo, continua sempre a ripetere la stessa frase, ossia invitare chi non si è ancora sottoposto al vaccino a vaccinarsi. È molto ottimista invece sull'utilizzo del super Green pass, che dovrebbe scongiurare le chiusure di molte attività. In Veneto i contagi continuano ad aumentare, ma fortunatamente accelerano anche le vaccinazioni. Nella regione governata da Zaia, infatti, non è più necessario prenotarsi per effettuare il vaccino, questa strategia vuole ridurre le pratiche burocratiche ed aumentare il numero di immunizzati.

I casi di Covid aumentano e molte regioni rischiano il cambio di colore 

Intanto il Covid e la variante Omicron viaggiano veloci e il Friuli Venezia-Giulia potrebbe trovare compagnia in zona gialla. Dell'Italia tutta bianca ormai potrebbe rimanere solo un ricordo. Le regioni che tremano sono la Lombardia e il Veneto, poiché hanno visto un aumento di contagi per 100mila abitanti. Fortunatamente questo dato non è più necessario per passare in una fascia di colore diversa. Le due regioni riescono ancora ora, ma non si sa per quanto, a contenere le ospedalizzazioni. Prossima alla zona gialla è la provincia autonoma di Bolzano, che cambierà colore al 99% entro la settimana prossima. Ma ad essere sul filo del rasoio vi sono anche altre regioni come: Calabria, Lazio, Marche e Valle d'Aosta, che stanno per raggiungere la soglia limite dei ricoveri in terapia intensiva. Sembra scontato dire che forse l'Italia non passerà un "bianco" Natale, ma i numeri possono cambiare, dipende tutto dai vaccini e dalle precauzioni che i cittadini prenderanno.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x