Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass, ora arriva il monito della Cei: "Proteste contrarie al Vangelo"

La Cei ha condannato le manifestazioni no Green pass delle ultime settimane, definendole contrarie sia al Vangelo che ai principi della Costituzione

17 Novembre 2021

Green pass, ora arriva il monito della Cei: "Proteste contrarie al Vangelo"

fonte: Twitter @mgdj56

Alla fine è arrivata anche la condanna della Cei alle proteste contro il Green pass che in queste ultime settimane hanno caratterizzato le piazze di diverse città italiane. Nel messaggio diffuso in occasione della Giornata della Vita, la conferenza episcopale non ha usato mezzi termini per attaccare i cortei di cittadini contrari alla certificazione verde, definendoli "manifestazioni di egoismo, indifferenza e irresponsabilità". Secondo i vescovi italiani inoltre, le proteste sarebbero ben lontane dai principi cristiani enunciati dal Vangelo e da quelli civili presenti all'interno della Costituzione.

Green pass, Cei: "Proteste contrarie al Vangelo"

Nel testo del messaggio i vescovi hanno voluto personalmente ringraziare tutte quelle persone che nel corso della pandemia si sono spese per aiutare il prossimo, sia nell'esercizio della loro professione che nella semplice solidarietà verso il prossimo. A fronte di tanta gente dedicatasi al bene degli altri tuttavia "non sono mancate - aggiunge la Cei - manifestazioni di egoismo, indifferenza e irresponsabilità, caratterizzate spesso da una malintesa affermazione di libertà e da una distorta concezione dei diritti".

Atteggiamenti di critica esplicita al vaccino e al Green pass istituito dal governo esprimono infatti secondo la conferenza episcopale "una visione della persona umana e dei rapporti sociali assai lontana dal Vangelo e dallo spirito della Costituzione". La stessa Cei ha però precisato nel messaggio che molte delle persone che protestano contro le restrizioni sono da considerare anch'esse vittime della pandemia, in quanto impaurite e confuse dall'attuale scenario di incertezza sociale.

Necessario "riaffermare il diritto alla vita"

La difesa dell'istituto del Green pass secondo la Cei va dunque inserita nel più ampio contesto di battaglia per il diritto alla vita, che il mondo cattolico italiano ha sempre difeso. Per i vescovi infatti "il vero diritto da rivendicare è quello che ogni vita, terminale o nascente, sia adeguatamente custodita. Mettere termine a un'esistenza non è mai una vittoria, né della libertà, né dell'umanità, né della democrazia: è quasi sempre il tragico esito di persone lasciate sole con i loro problemi e la loro disperazione".

Da qui la Cei evidenza quello che a suo dire è un parallelismo tra le proteste contro il Green pass è "il 'diritto all'aborto' e la prospettiva di un referendum per depenalizzare l'omicidio del consenziente". Richieste che secondo i vescovi sono entrambe frutto della già citata "malintesa affermazione di libertà e da una distorta concezione dei diritti".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x