Sabato, 01 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giorgio Onorato Aquilani: “Da settembre a gennaio è sempre Natale”

Lo scorso 16 settembre, a Vetralla nel viterbese, si sono aperti i cancelli del Regno di Babbo Natale, aperto ai visitatori, agli appassionati del Natale e soprattutto ai più piccoli; un posto unico in Italia. Lo slogan di questo luogo incantato coinvolge tutti i bambini “da 0 a 1000 anni”

Di Stefano Bini

19 Settembre 2022

Regno Babbo Natale

Il Regno di Babbo Natale, anche per la stagione 2022, ha deciso di trasformarsi, di pensare alle interessanti novità: da Elfidea, la nuova moda targata Il Regno di Babbo Natale, fino a un libro sul Natale scritto di pugno da Giorgio Onorato Aquiliani, uno dei fondatori della struttura vetrallese. Oltre alle consuete trasformazioni dei percorsi emozionali, degli spazi espositivi e del Victoria Village con tutte le sue attrazioni, i punti food e gli outlet.

Il 16 settembre, avete riaperto a Vetralla il Regno di Babbo Natale. Perché ora e non a dicembre?

«La verità è che siamo talmente innamorati del Natale che prima di tutto avevamo bisogno di una scusa per riuscire a viverlo per più tempo… Sì, facciamo parte di quella tipologia di persone che il 7 gennaio ripongono gli scatoloni delle decorazioni con la lacrimuccia perché della magia del Natale non se ne ha mai abbastanza. Abbiamo capito di non essere soli e oggi, dopo 10 anni di attività, siamo sicuri di affermare che ciò che rende il Natale così speciale è proprio l’attesa. Tutto sta in come ci prepariamo a viverlo… il Regno di Babbo Natale va dunque visto come un luogo dove prepararsi per il Natale che verrà, tornare bambini e rientrare in contatto con una serie di valori che stanno sbiadendo… per rendersi conto infine, che ogni giorno può essere Natale e si può essere più buoni.»

 

Cosa c’è dentro questa struttura?

«Il Regno di Babbo Natale è una soglia, si entra dalla porta del Natale che recita: “qui lasci il presente, da qui inizia il magico cammino per tornare a vedere il mondo con gli occhi di un bambino”, da quel momento si aprono gli occhi del cuore ed inizia un viaggio fantastico nel bosco degli Elfi, nella casa di Babbo Natale, nel grandissimo store del Regno dove poter acquistare decorazioni Natalizie esclusive da tutto il mondo. Poi c’è un’ampia area esterna, il Victorian Village, un vero e proprio villaggio esterno tipo Mercatino di Natale che include prelibatezze locali e nazionali, un magnifico carosello, il trenino e tutta una bellissima serie di attrazioni adatte alla famiglia… inclusi i fantastici spettacoli e show scritti appositamente da noi e magistralmente interpretati dal cast dell’animazione!»

 

A chi è rivolto? Sarebbe banale scrivere “solo ai bambini”.

«Già… sarebbe banale. Allora proviamo a descriverlo così: il Regno di Babbo Natale è rivolto a bambini da 0 a 1000 anni! Mai come in questo momento l’umanità “adulta” ha bisogno di ricollegarsi con quella Luce che brillava sincera quando si era bimbi… e che c’è ancora… Viene solo un po’ coperta da ciò che diventiamo crescendo. Continuiamo a confondere ciò che realmente siamo con ciò che siamo diventati e questo non va bene… ecco perché l’esperienza nel Regno di Babbo Natale coinvolge ogni ospite in un viaggio dentro se stesso. Poi ovviamente è rivolto ai grandi appassionati di decorazioni Natalizie! Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche… di questo ne andiamo fieri! Nel senso che si giudica ultimamente il Natale minimizzandolo al solo consumismo… sì, può essere, ma ben venga se fosse la porta che conduce alla scoperta di altro. Dopotutto le cose hanno il significato che gli diamo noi, sta a noi prendere qualcosa di materico e dargli un significato che vada oltre! Sempre! E il Natale non fa eccezione. Le due grandi luci del Natale moderno sono il bellissimo Canto di Natale scritto da Dickens nell’800 che racconta la conversione di Scroodge attraverso un percorso guidato dai tre spiriti… Poi il Natale diventa Pop e Rosso grazie alla bevanda frizzante!!! E inizia l’era del Natale commerciale… qualsiasi cosa si attacca al Natale, si vende. Ora siamo esattamente alla fine di quell’era, e c’è bisogno di rimettere dentro quelle decorazioni i significati che l’uomo ha perso… per questo, ogni nostro oggetto e ogni nostro visitatore viene omaggiato di un libro, gratuito, che trasmette quei valori… il libro si chiama Ogni Giorno è Natale

 

Questa stagione, festeggiate il decimo anno. Quali novità ci dobbiamo aspettare?

«Una grandissima Festa nella Festa! Ogni ospite del Regno di Babbo Natale si troverà infatti immerso nei preparativi di un grande compleanno tutto Natalizio! Per l’occasione abbiamo scritto nuove canzoni, una in particolare che farà da sfondo a una meravigliosa Parata in Stile Disney dove sfileranno i ballerini e tutti i personaggi del Regno di Babbo Natale! Il Regno di Babbo Natale dal 16 Settembre resta aperto 7 giorni su 7 con orario continuato e durante il weekend si anima ancora di più con la Parata e gli Show nel Victorian Village! Sarà un’esperienza straordinaria.»

 

Qual è l’attrazione-simbolo del Regno di Babbo Natale?

«Il Natale! Può sembrare banale, ma ciò che rende il Regno di Babbo Natale diverso da ogni altri luogo o mercatino natalizio è che in questi ultimi, i visitatori il Natale devono “portarselo da casa”. Qui invece, nel Regno di Babbo Natale, gli ospiti vengono a raccoglierne il significato… e l’ingresso è assolutamente gratuito.»

 

Ci sono postazioni dove mangiare e comprare souvenir?

«Ma certo! Nel Regno di Babbo Natale si trovano le più originali ed esclusive decorazioni provenienti da tutto il mondo! Specialmente quest’anno, la linea Elfidea propone delle decorazioni personalizzabili adatte a ogni occasione! Sono bellissime… si può scegliere un soggetto che più si addice alla situazione, scriverci sopra il nome della persona a cui vogliamo donarlo, ed essere quindi portatori di un dono unico!»

 

Aprite a settembre ma quando finisce la stagione?

«Il Regno di Babbo Natale chiuderà i battenti il 15 gennaio 2023 e da quel momento… inizieremo i lavori per la stagione 2024.»

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x