Martedì, 09 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino, Professor Carella: riscontrati "effetti avversi in ambito ematologico" - ESCLUSIVA

Il professore Angelo Michele Carella, autore di oltre 270 pubblicazioni scientifiche internazionali, a Il Giornale d'Italia ha sottolineato le contraddizioni in merito all'allentamento delle restrizioni e si domanda se vaccinare per la quarta volta con un vaccino costantemente bucato dalle varianti abbia un senso: "Non sarebbe meglio aspettare il nuovo vaccino?"

19 Giugno 2022

Il Prof. Angelo Michele Carella, ematologo  e specializzato in Oncologia Medica, che si occupa principalmente di anemie e piastrinopenie, coagulopatie, linfo-adenopatie, mielomi, linfomi e leucemie parla ai microfoni di Il Giornale d'Italia e dice la sua sul vaccino Covid e gli effetti avversi. Già docente di Ematologia presso la Scuola di Specializzazione dell’Università degli Studi di Parma ed autore di uno studio sulla Leucemia Acuta Promielocitica pubblicato sul New England Journal of Medicine, ha espresso le sue titubanze circa la necessità di vaccinare con un vecchio vaccino per addirittura quattro dosi.

Vaccino, Professor Carella: gli effetti del vaccino sui pazienti affetti da leucemia

Il professore ha elencato anche gli effetti avversi di tipo ematologico che lui stesso ha potuto riscontrare sulle persone vaccinate: "La vaccinazione anti covid ha sortito effetti estremamente positivi perché è talmente ridotto la mortalità soprattutto in pazienti defedati e anziani" - ma ammette che - "ci sono stati degli eventi avversi in ambito ematologico, si sono osservati alcuni casi, almeno in base alla mia esperienza, di incremento delle piastrine o di decremento. In altri casi c'è stata qualche leucopenia che naturalmente è stata poi analizzata e non sono state trovate delle altre cause. Gli effetti sullo stato ematologico probabilmente possono avere avuto un certo ruolo".

"Abbiamo visto pazienti con leucemia linfatica cronica che hanno avuto un po' di accelerazione della malattia che poi è rientrata con terapie adeguate. Lo stesso dicasi per le linfo-adenomegalie in sede ascellare soprattutto dove è stata effettuata la vaccinazione". Per il professore gli effetti sono secondari ai vantaggi, ma c'è un aspetto importante da sottolineare: "Quello della cosiddetta quarta dose col vecchio vaccino: noi abbiamo moltissimi pazienti che hanno ricevuto le tre dosi canoniche e hanno avuto il covid, dal momento che il vecchio virus non c'è più e ci sono queste mutazioni, non sarebbe più logico evitare di vaccinare questi pazienti col vecchio vaccino e invece aspettare il nuovo vaccino che avrà queste mutazioni?".

Ha senso obbligare alla quarta vaccinazione con il vecchio vaccino?

In merito alla scientificità dell'obbligo vaccinale per una quarta dose con vecchio vaccino, l'ematologo afferma: "Ho dei forti dubbi e sarebbe opportuno discuterne per poter dare un approccio più scientifico". E aggiunge un commento alle contraddizioni che l'allentamento delle restrizioni ha lasciato emergere: "L'aspetto che vorrei sottolineare e che mi ha molto sorpreso è che oggi si parla di eliminare la mascherina dei treni e in altre situazioni. Ma io vado in banca e devo aspettare perché si entra uno per volta. Come mai allo stadio ai concerti invece non viene assolutamente più consentita almeno la mascherina e questo mi lascia perplesso è una situazione veramente incredibile".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti