Domenica, 26 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giovanni Allevi e il mieloma, l'annuncio della malattia e la promessa: "Torno presto"

Il musicista su Instagram: "Ho sempre combattuto i miei draghi interiori in concerto insieme a voi, grazie alla Musica"

18 Giugno 2022

Giovanni Allevi e il mieloma, dopo l'annuncio della malattia la promessa: "Torno presto"

Giovanni Allevi, pianista e compositore, ha confessato di avere un mieloma, una malattia che lo costringerà a stare per un po' "lontano dal palco". "Non ci girerò intorno", ha continuato il musicista sui social. "Ho scoperto di avere una neoplasia dal suono dolce: mieloma, ma non per questo meno insidiosa". L'artista, 53enne, ha affidato ai suoi profili social il triste messaggio e la confessione della malattia. Lo ha fatto accanto a una foto che ritrae le sue mani mentre scrive sul pentagramma traducendo la parola della sua malattia in note.

Giovanni Allevi e il mieloma, l'annuncio della malattia

"La mia angoscia più grande - ha continuato il grande artista - è il pensiero di recare un dolore ai miei familiari e a tutte le persone che mi seguono con affetto. Ho sempre combattuto i miei draghi interiori in concerto insieme a voi, grazie alla Musica. Questa volta perdonatemi, dovrò farlo lontano dal palco". "Torno presto" è l'hashtag che chiude il post di Giovanni Allevi. 

In realtà, già negli ultimi mesi, e in particolare negli ultimi concerti del tour di Estasi, il fisico di Allevi appariva più che contratto. Col senno di poi, infatti, erano molti gli indizi che le sue condizioni di salute non erano ottime. Dopo l'ultimo  live alla Konzerthaus di Vienna, è arrivata quindi la resa. L'artista è diventato consapevole di non poter più continuare l'attività concertistica. Annullati quindi tutti gli impegni di fine estate che avrebbero segnato il suo grande ritorno anche in Giappone ed in Cina. Tanti i fan che hanno provato a consolarlo e tanti i messaggi di incoraggiamento.

"Al teatro Monzani a Modena suonasti per noi per la terapia intensiva neonatale, per tutti i nostri momenti difficili vissuti…portando la tua musica come inno alla vita e alla gioia! Che tutto il bene che hai portato a noi ti torni di rimando! Ti aspettiamo!", ha detto un'utente. "Caro maestro la sua musica ci farà compagnia nell’attesa del suo ritorno", ha incalzato un'altra. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x