Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Intesa Sanpaolo, Gaetano Miccichè: "Fondamentale puntare su riforme per modernizzare il paese"

Gaetano Miccichè, Presidente della divisione IMI del gruppo Intesa Sanpaolo e Vice Presidente di Prelios: "In Italia c'era un problema di crescita già prima del covid. Necessarie riforme"

28 Gennaio 2022

Gaetano Miccichè, Presidente della divisione IMI del gruppo Intesa Sanpaolo e Vice Presidente di Prelios, ha affermato a Il Giornale d'Italia in occasione dei 150 anni di Pireli: "La Pirelli è uno dei gruppi industriali più importanti e più storici del nostro paese. Lo è da 150 anni e rappresenta ancora un valore fondante dell'economia italiana e internazionale. Ho sempre apprezzato questa azienda perché opera in un contesto di grande competizione mondiale, i suoi avversari sono alcune delle più grandi aziende che esistono e quindi mantenere livelli di successo, di competitività e di performance come quelli attuali è importantissimo.

Cultura e sostenibilità fanno parte della quotidianità attuale, quello che ritengo importante è che Pirelli ci dà anche un segnale di innovazione sostenibile, quindi di ricerca continua e lo sforzo per il miglioramento complessivo per la vita di ciascuno di noi e del paese. 

Io non sono adatto a parlare di politica, sicuramente la presidenza Draghi è di grande autorevolezza e concretezza e obiettivamente ha dato al nostro paese una riconoscibilità e una dignità internazionale che nel passato non avevamo mai avuto. Mi auguro che possa continuare in questo suo lavoro. Per il resto, riguardo quanto sta accadendo per le elezioni del Presidente della Repubblica, non mi esprimo.

Io credo che l'Italia abbia un problema di crescita a prescindere dal covid, quindi pre 2019. Rispetto ad altri paesi europei siamo cresciuti relativamente poco, dobbiamo sfruttare le opportunità straordinarie che questo paese ha. Mi auguro che le somme del PNRR ci possano consentire non solo di migliorare tutta la rete infrastrutturale ma soprattutto quello che da tanti anni cerchiamo di realizzare, che sono delle riforme fondamentali per far sì che il nostro paesi diventi un paese moderno", conclude. 

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti