Giovedì, 02 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

EY, Galassini (USCO ): "Abbiamo 1800 dipendenti e in 55 filiali di distribuzione nel mondo"

Galassini (USCO) a Il Giornale d'Italia: "Abbiamo capito la necessità di essere più vicini al mercato e per questo abbiamo aperto filiali in tutto il mondo portando la nostra cultura ma lasciando agli imprenditori locali una certa"

24 Novembre 2021

Massimo Galassini, Fondatore e CEO di USCO S.p.A a Il Giornale d'Italia della XXIV edizione del Premio EY L’Imprenditore dell’Anno: “Ci occupiamo di componenti per macchine movimento terra. Siamo nati a Modena nel 1989 e ci siamo poi espansi in tutto il mondo con 1800 persone di cui 420 stanziate a Modena.

Alla fine degli anni novanta eravamo molto sbilanciati sui mercati dell’estremo oriente e abbiamo perso di competitività in seguito alle crisi asiatiche. Allora ci siamo saputi reinventare e abbiamo inventato un modello di business nuovo cercando di avere un controllo maggiore della filiera e quindi del supply chain.

A quel punto abbiamo investito profondamente in Corea e in Cina e siamo diventati tra i maggiori investitori italiani in Corea. Simultaneamente abbiamo capito la necessità di essere più vicini al mercato e per questo abbiamo aperto filiali in tutto il mondo tra cui gli Stati Uniti, l’Australia, Dubai, Sud Africa, Namibia, Brasile. Abbiamo cercato di portare in questi Paesi la nostra cultura industriale e imprenditoriale lasciando però agli imprenditori locali una certa autonomia.

Il progetto ha funzionato, nel 2002 avevamo 91 dipendenti e oggi ne abbiamo 1800 distribuiti in 55 filiali di distribuzione e 17 centri produttivi. Sono onorato stasera di ricevere questo premio che mi rende orgoglioso”.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti