Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Xenia Francesca Palazzo, malattia e disabilità: tutto sull'atleta paralimpica

Da una semplice terapia all'amore per la piscina: ecco chi è Xenia Francesca Palazzo, colpita da una malattia sin da piccola

31 Agosto 2021

Chi è Xenia Francesca Palazzo, malattia e disabilità: tutto sull'atleta paralimpica

Fonte: Instagram profilo ufficiale Xenia Francesca Palazzo

Chi è Francesca Xenia Palazzo, la bravissima atleta paralimpica che a questi Giochi di Tokyo 2021 ha conquistato ben 3 medaglie nel nuoto. Bella, forte ed energica, la nostra azzurra è una campionessa che rende molto orgogliosi milioni di italiani. Ma scopriamo qualcosa in più sul suo conto e sulla malattia che la costringe a stare in sedia a rotelle.

Chi è Xenia Francesca Palazzo, malattia e disabilità: tutto sull'atleta paralimpica

Francesca Xenia Palazzo è un'atleta paralimpica specializzata nel nuoto. Nata a Palermo il 29 aprile del 1998, vive a Verona e gareggia con il Verona Swimming Team. L'azzurra ha una disabilità fisica - coagulazione intravasale disseminata -, ma ciò non le impedisce di ottenere splendidi risultati alle Paralimpiadi, anzi, il contrario!

La malattia ha colpito Xenia quando era molto piccola: la mamma, ex giocatrice di pallanuoto della nazionale russa e campionessa italiana,  quando la figlia aveva appena 3 mesi, si accorse del problema e la portò subito in piscina per seguire una terapia. Inizialmente, come ha raccontato l'atleta stessa, è stato difficile per lei e la sua famiglia, ma, con il passare del tempo, tra Xenia Palazzo e l'acqua è scattato qualcosa di davvero speciale. Da una semplice terapia infatti è nato l'amore per il nuoto. Oggi inoltre, grazie al supporto della famiglia e degli amici, Xenia riesce a camminare, ma con difficoltà.

Esordì come nuotatrice paralimpica nel 2012, subito dopo si diplomò all’Istituto Marco Polo a Verona. Nel tempo libero le è sempre piaciuto ascoltare la musica e leggere libri. Alle Paralimpiadi di Rio 2016 conquistò due finali, con un sesto e un ottavo posto nei 200 stile e nei 100 dorso. Il suo sogno era partecipare anche ai Giochi di Tokyo e proprio quest'anno ci è riuscita, ottenendo ottimi risultati: la medaglia d'oro nella staffetta 4x100 stile libero, l'argento nei 200 misti e il bronzo nel 400 stile libero. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x