Giovedì, 29 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Stefano Accorsi inaugura gli appuntamenti Campari Boat-In Cinema

La serata è stata allietata con un monologo recitato magistralmente da Stefano Accorsi, che ha portato sul palco del Campari Boat-In un passo da L’Orlando Furioso, il poema cavalleresco di Ludovico Ariosto.

Di Andrea Cianferoni

09 Settembre 2022

Stefano Accorsi

Stefano Accorsi

Martedi 6 settembre, in occasione della 79 edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia Ieri sera, è andato in scena il primo esclusivo appuntamento firmato Campari, dallo spettacolare palcoscenico del Campari Boat-In Cinema, la suggestiva location sull'acqua nel cuore della laguna veneziana, completamente rinnovata per questa edizione della kermesse.  Gli ospiti hanno potuto godere dello spettacolo a bordo di vere e proprie lounge galleggianti, la cui forma richiama quella dei bicchieri del famoso aperitivo Campari, avvolti da un’atmosfera assolutamente magica. Il conduttore e Iena Nicolò De Devitiis ha fatto da padrone di casa, sul palco, in qualità di presentatore ufficiale della serata e degli altri appuntamenti al Campari Boat-In Cinema.

Il sipario dell’Arsenale si è aperto con un incredibile spettacolo di luci e ballo, con le magiche coreografie di Emanuele Cristofoli, in arte Laccio, che ha reso omaggio al mondo del Cinema rievocando famose pellicole, tra cui Kill Bill, 007, Il Grande Gatsby e La La Land.

La serata è proseguita con un intenso monologo recitato magistralmente dal poliedrico attore Stefano Accorsi, che ha portato sul palco un passo da L’Orlando Furioso, il poema cavalleresco di Ludovico Ariosto, scegliendo la parabola del folle amore per Angelica e quello di lei per il fante saraceno Medoro. L’amore, il più nobile sentimento per eccellenza, che è esso stesso Passione, istinto che spinge oltre la ragione sino a “perdere il senno”, e il fil rouge che accompagna gli esclusivi appuntamenti Campari alla 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia.

Al termine della performance di Accorsi, gli ospiti hanno potuto assistere alla proiezione di Amanda, il lungometraggio di Carolina Cavalli presentato nella sezione Orizzonti Extra di Biennale Cinema 2022 e che vanta nel cast Benedetta Porcaroli e Michele Bravi alla sua prima performance come attore.

Opera prima di Carolina Cavalli che ne ha scritto anche la sceneggiatura, il film segue la protagonista nel suo nervoso nomadismo fisico ed esistenziale. Amanda, personaggio malinconico, disperato, rabbioso ma anche ironico, descritto nella sua quotidianità e vita: 24enne senza amici, amante dei cereali e del cinema e con un rapporto tormentato con la sorella. Attraverso di lei prendono vita anche gli altri personaggi, in uno specchio della società moderna e di una generazione persa, schiacciata dalle aspettative e che cerca il proprio posto nel mondo, ma in grado anche di trovare anche il lato emotivo più leggero e divertente.

Stefano Accorsi, uno dei principali volti nel panorama cinematografico italiano, vanta una carriera ricca di successi, affermandosi come uno degli interpreti italiani più richiesti dal teatro, dalla televisione e dal Grande Schermo. Vincitore di una Coppa Volpi, due David di Donatello e altrettanti Nastri d’Argento, lo troviamo nel ruolo di protagonista in Marilyn ha gli occhi neri(2021), Lasciami andare (2020) e La Dea Fortuna (2019).

 

 

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x