Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Rai, Fuortes non lascia ma raddoppia

Di Marco Antonellis

09 Maggio 2022

Rai Cavallo

Il cavallo Rai di Viale Mazzini

Al Tg1 c è attesa per la scelta dei conduttori delle morning news, girano i nomi di Giorgia Cardinaletti e Senio Bonini. Nulla si sa di questo progetto in redazione, e al di fuori non sanno neppure della partenza il 6 giugno. Per condurre il Tg1 delle 8 potrebbe avere chance Alessandra Barone, molto stimata dalla sua ex Testata, la Tgr.

Al Tg2 attesa per i job posting della redazione politica dopo la pensione di Luigi Nardo e della redazione società per sostituire Maria Lepri passata al web. Qui uno dei favoriti è l'attuale Vice capo redattore della cronaca Fabio Chiucconi. Da assegnare anche la segreteria di redazione, ora ad interim al vice Direttore Maria Rita Grieco.


Al Tg3 prosegue la tensione che viaggia parallela con il calo degli ascolti nell'edizione serale. Flavia Paone sarà la nuova giovane caporedattore agli esteri ma la Direttrice vuole creare anche una redazione società. La gran parte della redazione rimpiange Mario Orfeo e le sue scalette precise e coerenti.


Nel frattempo dall'inner circle dell'amministratore delegato Fuortes fanno sapere che il numero uno di viale Mazzini non ha alcuna intenzione di farsi da parte, diversamente da quanto scritto da alcuni giornali e siti. Insomma, Fuortes smania come non mai di dimostrare a Mario Draghi che in Rai ci sarà il cambio di passo e che l'ex presidente BCE non si è sbagliato a puntare su di lui.


"Il vero bubbone che sta per scoppiare è quello dei budget" spiega una fonte di alto livello da viale Mazzini. Le direzioni di genere non hanno ancora avuto comunicazioni a riguardo ma intanto mettono in cantiere un numero enorme di programmi. Non avranno mai i soldi per realizzarli tutti ma intanto impegnano le persone e promettono mari e monti...

Il Tg1 con l’inviato Leonardo Metalli è stato il primo collegamento in assoluto dall’intero del Palaolimpico di Torino sede del 66mo Eurovision Song Contest la più longeva manifestazione internazionale al mondo in atto dal 1956. Metalli ha fatto vedere la scena dello Show in anteprima mondiale. Da domani ci saranno 200mila telespettatori che guarderanno le tre serate il 10 il 12 e il 14 maggio

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x