Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gf Vip, il comunicato di Alfonso Signorini: cazziatone in diretta

Dopo gli insulti volati negli ultimi giorni, la produzione ha deciso di intervenire

07 Gennaio 2022

Grande Fratello Vip choc, 'Lobby gay nel reality': Signorini sotto accusa

Alfonso Signorini (foto da Instagram grandefratellotv)

Alfonso Signorini è entrato nella casa del Grande Fratello Vip il 7 gennaio 2022 per fare una lavata di testa ai Vipponi. I concorrenti hanno superato ogni limite, facendo arrabbiare moltissimo il conduttore e indignando il pubblico. In ogni puntata si sentono parolacce, ogni giorno volano insulti pesantissimi.

Nelle ultime ore c'è anche chi ha parlato di razzismo arrivando a chiedere la squalifica di una Vippona. Katia ricciarelli ha chiamato Lulù Selassiè "scimmia" e le ha anche detto: "Vai a studiare al tuo Paese". La replica della principessa non si è fatta attendere. Lulù ha risposto alla Ricciarelli: "Razzista di me**a".

Si rincorrevano voci su possibili provvedimenti. Alla fine i Vipponi se la sono cavata con un cazziatone e nessuna squalifica.

Il comunicato del Gf Vip

Alfonso Signorini ha letto il comunicato del Grande Fratello.

"Come sapete il Grande Fratello è un gioco di strategia e confronti. Spesso anche di scontri che possono essere diretti e a volte duri. Quello che vi chiediamo è di mantenere un limite fatto di rispetto e buon senso, anche per il pubblico che ci segue.

Abbiamo sentito in questi giorni espressioni inaccettabili. Le parole e toni aggressivi, spesso offensivi, che avete usato non fanno onore nè a voi che li avete usati nè a noi che li abbiamo mandati in onda.

È impossibile tutelare la vostra incapacità di ascoltare il vostro interlocutore. Il limite è stato oltrepassato. Il Grande Fratello vi chiede di prendere atto, di recuperare lo spirito con cui avete iniziato questa avventura".

Il discorso di Alfonso Signorini

"Io vi ho voluti fortemente. Vi ho a lungo corteggiati perchè ero sicuro che tutti insieme avremmo fatto un bella avventura e avremmo offerto un bello spettacolo.

Io non vi riconosco più - ha detto Signorini in diretta davanti ai Vipponi - non riconosco quel patto di fiducia che abbiamo sottoscritto con una stretta per mano e un abbraccio.

Allora ho sentito il bisogno di guardarvi. Avevo fatto una premessa. Quest'anno non voglio un Grande Fratello bacchettone. Dive nessuno salga in cattedra a dispensare squalifiche. Non voglio più incappare in questa sofferenza.

Essere tolleranti richiede giudizio. Io questo giudizio non lo trovo più.

Tre parole chiave: accoglienza, ascolto, rispetto.

L'accoglienza non è nelle parole di Katia, rispetto non è nelle parole di Lulù.

Ho sentito dire che qui dentro che siamo tutti uguali, ma non è vero. Ognuno di noi si porta la sua vita di cui dobbiamo avere rispetto.

Questo non giustifica la Ricciarelli a dire cazzate. Ma significa avere rispetto anche della Ricciarelli che dice cazzate.

L'ascolto. Ma voi ascoltate?

Mettiamoci ad ascoltare l'altro. Evitiamo di dire banalità. Riflettiamo su quello che diciamo. Poniamoci una linea guida. La faccia la perdete voi e questo non fa merito alla vostra vita, alla vostra carriera. Io la faccia ce la metto quanto ce la mettete voi.

Abbiate rispetto degli altri, ma soprattutto di voi stessi prima di aprire la bocca.

Se non riuscite a reggere la facciata, quella è la porta. Io vi voglio bene e non smetterò mai di credere in voi".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x