Mercoledì, 06 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

I Fratelli De Filippo storia vera: chi sono veramente Eduardo, Peppino e Titina

Un film intenso e commovente, la storia della carriera del trio del teatro napoletano. Tutto sui i tre fratelli protagonisti di questa storia vera

30 Dicembre 2021

I fratelli De Filippo storia vera: chi sono Eduardo, Peppino e Titina?

Fonte: Trailer I Fratelli De Filippo

I Fratelli De Filippo storia vera: ecco chi sono Eduardo, Peppino e Titina. Il film, diretto dal regista Sergio Rubini, racconta la vita privata e professionale dei componenti dell'iconico trio del teatro napoletano. I tre protagonisti sono interpretati da Mario Autore, Domenico Pinelli e Anna Ferraioli Ravel, rispettivamente Eduardo, Peppino e Titina.

I Fratelli De Filippo: la storia vera

La culla del film è la città di Napoli, all'inizio del 900. Qui è dove i tre fratelli sono nati e dove iniziano la loro storia d'amore con il teatro. Non solo cinematografia. Quella raccontata da Sergio Rubini attraverso un cast d'eccezione è la storia vera della famiglia De Filippo. La trama parte dal racconto piuttosto dettagliato dell'infanzia di Eduardo, Peppino e Titina. Un'infanzia difficile. I tre non sono stati riconosciuti dal padre, che, pur mantenendoli, non li ha mai considerati degni della sua eredità. Il padre infatti, Eduardo Scarpetta, era un ricco e famoso attore e drammaturgo dell’epoca.

Quando il padre muore i tre ragazzi non ricevono nulla in eredità. Peppino, Titina ed Eduardo decidono di formare il “Trio De Filippo”, ma una volta raggiunto il successo le cose per loro si complicano e le loro strade si separeranno. Eduardo andrà a Milano e Peppino e Titina a Napoli. 

Quando Eduardo torna da Milano capisce che il progetto dei fratelli per una proposta comune può trovare concretezza. La guerra avrà il suo peso nel farla restare un’utopia, e i fratelli prenderanno dagli anni ’50 strade separate, ciascuna di grande prestigio. 

Nonostante il reciproco amore che li lega, tra i tre incomprensioni e rivalità creano un clima spesso teso. La ragazza viene spesso tacciata dagli altri due di non essere abbastanza femminile.

Eduardo pur essendo il più dotato del gruppo, non riesce a integrarsi nella borghesia milanese. Torna così nella città d'origine. Qui matura un nuovo obiettivo: creare un nuovo tipo di teatro. Più che schernire la società napoletana cerca di metterne in risalto il lato romantico e tragico. Un teatro che faccia riflettere oltre che ridere. Anche Titina e Peppino entrano nell'impresa. Con loro scrive Sik-Sik, l'artefice magico, un atto unico. Intanto si susseguono anche i racconti sulla vita privata dei tre. Torna però in auge la figura di Vincenzo, che riesce a mettere un freno alla loro carriera. I De Filippo non demordono e partono per la Sicilia, ma sarà un'impresa disastrosa. I tre finiscono in bancarotta. 

Eduardo scrive così un nuovo atto unico, che diventerà poi il suo capolavoro Natale in casa Cupiello

I Fratelli De Filippo: il film 

La pellicola è stata presentata come Evento speciale alla 16ª Festa del Cinema di Roma nell’ottobre scorso, e dal 13 dicembre in uscita nelle sale d'Italia. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x