Sabato, 01 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino Covid e reazioni avverse: Ema la butta in caciara. Alla quarta richiesta del Giornale d'Italia continua a rispondere in modo evasivo. Chiesto un riscontro alla direttrice Emer Cooke

Il Giornale d'Italia, dopo l'ultimo report uscito l'8 settembre, ha richiesto nuovamente dettagli all'Ema, che ha risposto con l'ennesima mail che rimanda a link generici. Inoltre, invece di evidenziare il fatto che i dati possano essere pesantemente sottostimati (una parte della comunità scientifica parla di rapporto di uno a 10), dice anzi che sono sovrastimati

23 Settembre 2022

Vaccino Covid e reazioni avverse: Ema la butta in caciara. Alla quarta richiesta del Giornale d'Italia continua a rispondere in modo evasivo

Ancora tanti i dubbi e le perplessità riguardo al vaccino Covid, in particolare riguardo alle reazioni avverse che spesso si verificano in diversi pazienti di ogni età, sesso e nazionalità dopo l'iniezione del siero. Basti pensare che nell'ultimo report Ema -  pubblicato l'8 settembre scorso - sono state segnalate oltre 1 milione e 500mila reazioni avverse e 11mila decessi. Così, Il Giornale d'Italia ha cercato di fare chiarezza sul tema, interpellando direttamente l'Ema, l'agenzia dell'Unione europea che si occupa della valutazione dei medicinali (e quindi anche del vaccino Covid). Tuttavia essa, contattata svariate volte nel corso degli ultimi mesi, l'ha sempre "buttata in caciara", per così dire. Abbiamo infatti chiesto all'agenzia di presentarci i dati in modo dettagliato ma, per quattro volte, ci hanno risposto in una maniera evasiva.

Vaccino Covid e reazioni avverse: Ema, contattata per quattro volte da Il Giornale d’Italia, risponde in modo evasivo

Da diversi mesi continuiamo a chiedere all'Ema di presentarci dei report dettagliati sulle reazioni avverse al vaccino Covid. In particolare, dopo la pubblicazione dell'ultimo report dell'8 settembre 2022, abbiamo mandato l'ennesima mail all'agenzia europea del farmaco in cui abbiamo chiesto di avere documenti o rapporti stilati dagli esperti con i casi di reazioni avverse e decessi post-vaccino divisi per Paesi, fasce d'età e sesso. Abbiamo anche chiesto altre informazioni più precise che possano, in qualche modo, fare maggiore chiarezza sui sieri. Ma nessuna risposta. O meglio, Ema ci ha risposto, ma in modo estremamente evasivo.

Ci hanno infatti mandato una mail generica, in cui si ribadisce che, a detta loro, il vaccino è sicuro. Ci hanno anche rimandato a siti e indirizzi web generici dell'Ema stessa. Ma non è finita qui. Invece di ammettere che i dati riguardo le reazioni avverse e le morti dopo il vaccino Covid sono sottostimati (tanto che la comunità scientifica sostiene che le segnalazioni siano in realtà un decimo dei dati reali), ha affermato il contrario, ovvero che i numeri sono incerti e anzi sovrastimati. 

Insomma, Ema, alla quarta richiesta di delucidazioni, di spiegazioni e chiarimenti riguardo al vaccino Covid, alle reazioni avverse e ai decessi, ha eluso le nostre domande. Certo, esiste la possibilità che, analizzando le numerosissime pagine di cui sono composti i link, le risposte alle nostre domande ci siano. Tuttavia, i cittadini in grado di farsi strada in questo "mare di carta burocratica" sono pochi. Dunque, sarebbe il caso che Ema specifichi in maniera più semplice ciò che molti vorrebbero sapere.

Oggi, venerdì 23 settembre 2022, abbiamo chiesto un riscontro anche alla direttrice esecutiva dell’Ema, Emer Cooke. Siamo in attesa di risposta.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x