Mercoledì, 03 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Scissione ad un passo per M5s, Morra: "Così facciamo il gioco di chi ci vuole omologati"

Il presidente dell'Antimafia che è stato espulso dal gruppo dopo aver votato contro a Draghi: "La mia espulsione deve essere confermata da Rousseau"

21 Febbraio 2021

Scissione ad un passo per M5s, Morra

Fonte: lapresse.it

M5s è ad un passo dalla scissione, dopo che una parte dei senatori e dei parlamentari ha votato no al Governo targato Mario Draghi. Tale voto è stato infatti motivo di espulsioni all’interno di un Movimento 5 Stelle sempre più spaccato. Da una parte c'è il capo politico Vito Crimi, con Beppe Grillo e Luigi Di Maio, che vogliono andare avanti con questo Governo e hanno dato il loro benestare a Mario Draghi. Dall'altra parte ci sono Alessandro Di Battista, Barbara Lezzi e Nicola Morra che si sono dichiarati totalmente contrario ad allearsi anche con Forza Italia di Silvio Berlusconi.

Scissione ad un passo per M5s

Proprio Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia, uno dei 15 senatori allontanati dal Movimento, ha reagito male alla sua espulsione. "Posso solo dire quanto mi è stato detto da specialisti", racconta piccato. "Sono stato sospeso dal gruppo del Senato ma per diventare espulsione dal M5S deve esserci un intervento dei probiviri e poi una conferma dalla base su Rousseau".

E ancora: "L'espulsione dal movimento sarà oggetto di eventuale contenzioso, ma io faccio appello alla ragionevolezza, rischiamo di fare il gioco del sistema che ci vuole omologare".

M5s espulsi

Alla Camera hanno votato no alla fiducia al Governo Draghi Corda, Sapia, Spessotto, Testamento, Volpi, Baroni, Colletti, Costanzo, Forciniti, Giuliodori, Maniero, Russo, Sarli, Termini, Cabras e Vallascas. Tutti espulsi qualche ora dopo da Vito Crimi.

LEGGI ANCHE: Voto alla Camera, Daga si dimentica il suo nome e si chiama da sola: "Ah già sono io"

Si sono invece astenuti Paxia, Villarosa, Raduzzi e Sodano. Non hanno partecipato alla votazione Corneli, Ehm, Menga, Romaniello, Spadoni, Tucci, Di Lauro, Masi, Penna, Scutellà, Suriano, Zanichelli. Risultano in missione invece i deputati grillini Mammì e Vianello.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti