Lunedì, 27 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan, Talebani vietano lo sport alle donne: "Espone i loro corpi"

Non potranno più giocare nemmeno a cricket: "Non è necessario"

08 Settembre 2021

Afghanistan, Talebani vietano sport alle donne: "Espone i loro corpi"

Calciatrici afgane (fonte Lapresse)

Ancora follie in Afghanistan: dopo la presa di Kabul da parte dei talebani lo scorso 15 agosto e le successive proteste, nel Paese è stato vietato alle donne anche di praticare attività sportive. Secondo il nuovo Governo eletto ieri, martedì 7 settembre 2021, che vede Mohammad Hassan Akhund come primo ministro, per bambine, ragazze e adulte lo sport "non è necessario" ma soprattutto rischia di "esporre" in modo troppo eccessivo "il loro volto e i loro corpi". Mentre però questa nuova notizia spaventa non solo l'Afghanistan ma anche tutto l'Occidente, nella capitale, a Herat e in altre province non si fermano le manifestazioni tutte al femminile al grido di "mai più donne sottomesse".

Talebani vietano lo sport alle donne afgane: "L'Islam non lo permette"

Il nuovo e spaventoso divieto dei Talebani rivolto alle donne afgane arriva perchè, secondo i miliziani - che ormai da settimane hanno preso il controllo di Kabul e instaurato un nuovo Governo - durante l'attività sportiva queste ''potrebbero scoprire il volto e il corpo''. A spiegarlo è il vice capo della commissione culturale dei Talebani, Ahmadullah Wasiq, che poi si 'giustifica' all'emittente australiana Sbs usando la carta della religione. "L'Islam non lo permette", afferma. Alle persone di sesso femminile dunque da oggi non sarà più permesso praticare sport, qualsiasi esso sia. Vietato persino il cricket.

"Non credo che alle donne sarà permesso di giocare a cricket perché non è necessario che le donne giochino a cricket", asserisce Wasiq alle telecamere. "Nel cricket potrebbero affrontare una situazione in cui il loro viso e il loro corpo non saranno coperti. L'Islam non permette che le donne siano viste così''. Oggi, continua il vice capo della commissione culturale dei Talebani, siamo ''nell'era dei media e quindi ci saranno foto e video. Poi la gente le guarderà. L'Islam e l'Emirato Islamico non consentiranno alle donne di giocare a cricket o di praticare un tipo di sport in cui vengono esposte'', conclude infine Wasig. Intanto tutto l'Occidente si dice più che allarmato dai sempre più stringenti divieti in Afghanistan dopo l'annuncio del nuovo Governo talebano. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x