Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid Israele: da Paese modello sulle vaccinazioni all'aumento dei contagi

La maggior parte degli anziani ha già ricevuto due dosi di vaccino, il 78% degli over 12 anni è vaccinato ma ciò sembra non bastare. Cosa dicono gli esperti?

22 Agosto 2021

Covid Israele: da Paese modello sulle vaccinazioni all'aumento dei contagi

Fonte: lapresse.it

Israele, com'è ormai noto ai più, la scorsa primavera è stato eletto "il Paese modello" per quanto riguarda la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 ma oggi quello che forse non tutti sanno è che, proprio nella Nazione che nei mesi scorsi è stata tanto elogiata per la grande velocità con cui ha somministrato centinaia di migliaia di dosi, i casi di Coronavirus continuano a salire. E colpiscono anche le persone già vaccinate. Com'è possibile tutto questo? Perchè Israele è passato da Paese modello a Paese in cui preoccupa di nuovo la curva dei contagi?

Covid Israele: da Paese modello sulle vaccinazioni all'aumento dei contagi

Israele è stata una delle prime Nazioni a riaprire dopo il lockwdown, togliere le mascherine, partecipare a eventi sociali, tornare al ristorante e molto altro ancora. Insomma è stata una delle prime a tornare a vivere e a far nutrire in tutti la speranza di poter presto uscire dalla pandemia. Purtroppo però oggi, gli stessi che festeggiavano per la ripartenza del proprio Paese, sono portati a ricredersi. Nonostante l'alto numero di popolazione vaccinata contro il Covid infatti, proprio a Israele si sta verificando un continuo aumento dei contagi

Mentre allora gli esperti parlano di quarta ondata, in molti hanno paura. Se guardiamo infatti i dati Covid, la situazione è tutt'altro che confortante: il tasso giornaliero di nuovi casi è - come fa notare anche il New York Times - più che raddoppiato nelle ultime due settimane, motivo per il quale il Governo sta pensando a nuovi e ulteriori blocchi.

La grande maggioranza della popolazione anziana israeliana ha già da tempo ricevuto due dosi di vaccino, mentre circa il 78% della popolazione di età pari o superiore a 12 anni è vaccinato. Ma ciò sembra non bastare. A cercare di far chiarezza sulla questione "cittadini positivi al Covid nonostante il completamento del ciclo vaccinale" sono medici e scienziati.

Gli esperti spiegano che gli attuali dati sulla situazione Covid in Israele sono dovuti a un fatto statistico: è normale - dicono - che chi risulta positivo al virus sia vaccinato, dal momento che quasi tutta la popolazione over 16 ha già ricevuto entrambe le dosi del farmaco. Il Paese non vuole dunque creare allarmismi e gli studiosi del British Medical Journal, per rassicurare i più spaventati, precisano ancora una volta che la protezione fornita dal farmaco resta alta: il 90% degli immunizzati con due dosi non sviluppa forme gravi della malattia.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x