Martedì, 22 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni Germania, trionfa la CDU di Merkel: stop all'estrema destra AFD

Risultato imprevisto al voto locale di Sassonia Anhalt: i centristi di Angela Merkel temevano il sorpasso AFD ma stravincono e ora guardano con più fiducia alle elezioni di settembre

07 Giugno 2021

Angela Merkel

Angela Merkel (fonte foto Lapresse)

"L'ondata dell'estrema destra sovranista anti UE travolgerà la CDU e la Germania". Fino a pochi giorni fa questa era la previsione di diversi analisti, in vista delle elezioni regionali in Sassonia-Anhalt, Land dell'ex DDR in Germania. E invece è andata molto diversamente. Il partito conservatore di Angela Merkel ha stravinto il voto locale, che era considerato un importante test in vista delle elezioni federali del prossimo 26 settembre. Non fosse altro perché si trattava dell'ultimo test elettorale prima di quell'appuntamento, dal quale uscirà il nuovo cancelliere tedesco.

Germania, elezioni locali Sassonia Anhalt: vittoria del premier regionale Haseloff

Al voto in Sassonia Anhalt, il partito del premier regionale Reiner Haseloff ha conquistato il 37,1% delle preferenze, oltre il 7% in più rispetto al voto del 2016. Un risultato importante per il candidato alla successione della Merkel del blocco conservatore CDU/CSU, Armin Laschet. L'estrema destra di AFD, che non è riuscita a concretizzare il sorpasso, si conferma comunque il secondo blocco nel nuovo parlamento regionale, il Landtag, con il 20,8%.

Germania, elezioni locali Sassonia Anhalt: avanzano i Verdi, ma di poco

Avanzano, ma di poco, i Verdi, che hanno scelto Annalena Baerbock come candidata cancelliere alle elezioni di settembre e che sono passati dal 5,2% del 2016 al 5,9%, ben al di sotto però del 10,8% ottenuto due anni fa nel vicino Brandeburgo. L'Spd continua invece la sua crisi profonda e precipita all'8,4%, un minimo storico per il partito. 

Germania, risultato ambivalente per l'AFD. Più fiducia per la CDU per il voto di settembre

Per quanto riguarda l'AFD il risultato può avere due letture: da una parte il partito di estrema destra può dirsi soddisfatto perché la sua forza rimane quasi intatta rispetto all'exploit di cinque anni fa, dall'altra però le promesse della vigilia che questo sarebbe stato "un voto shock", la cui onda lunga si sarebbe sentita fino all'apertura delle urne nazionali di fine settembre, risultano come minimo smorzate. A tre mesi e mezzo dal voto federale la CDU esce rassicurata dal test in Sassonia Anhalt, e guarda con maggiore fiducia alla possibilità di mantenere la guida del governo centrale.
 
 
 
 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x