Sabato, 02 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Snam, Fincantieri e Italgas: inizia il valzer di nomine. Occhi puntati su CDP

Snam, in uscita Marco Alverà sostituito da Stefano Venier, AD di Hera, o da Alessandra Pasini, attuale CFO.  Paolo Gallo verso la riconferma ai vertici di Italgas. La partita di Fincantieri si gioca tra Fabrizio Palermo Fabio Gallia e Pierroberto Folgiero  

28 Marzo 2022

Ue, via libera su acquisto di Refinitiv da parte del London Stock Exchange. Di Stefano: 'CDP sarà azionista di Euronext al 7%'

Cdp (wikipedia)

Cresce l’attesa per la nuova partita di nomine che inizierà tra qualche settimana. I tempi si fanno infatti sempre più stetti per la partita dei rinnovi ai vertici di alcune importanti società di Stato tra cui Snam, Fincantieri e Italgas. Gli occhi sono puntati sul comitato nomine dell'azionista Cassa Depositi e Prestiti, che potrebbe riunirsi già entro la giornata di domani, prima dell’approvazione del bilancio 2021 prevista per giovedì 31 marzo.

Sul tavolo probabilmente anche le nuove nomine, prima della scadenza dei cda previsti per maggio.  Per la precisione l’assemblea di Snam sarà convocata il 26 aprile, mentre quella di Italgas avverrà il 27 aprile. Per Fincantieri la data non è ancora certa, ma dalle ultime indicazioni cadrà tra il 27 aprile e il 20 maggio. Ordine del giorno proprio la nomina degli organi sociali. 

Snam, certa l’uscita di Marco Alverà. Nuovo ad: Stefano Venier o Alessandra Pasini

Ormai certa l’uscita dell’ad Marco Alverà che conclude in Snam il suo secondo mandato e che si dedicherà a nuove iniziative personali, anche vicine al mondo del private equity. Non sono note le motivazioni della separazione, le quali tuttavia attengono a una diversità di vedute tra Dario Scannapieco, insidiatosi in CDP lo scorso 1 giugno 2021, e lo stesso Mario Draghi da un lato, e dall’altro l’ad Marco Alverà, il quale ha appena presentato risultati record per la Snam con un utile a 1,2 mld (+4,6% ), ricavi a 2.986 mln (+10,2%) e dividendo in salita 0,26 euro.

Tra i nomi che circolano al timone di Snam, in attesa che cdp scopra le sue carte, ci sono Cristian Signoretto, Deputy COO Natural Resources, Director Global Gas&LNG Portfolio di Eni, Massimiliano Bianco, ex ad di Iren e Marco Arcelli, ex dirigente dell’Enel, ora ad di EPH.  Da non sottovalutare anche il nome di Gianni Vittorio Armani, attuale ad di Iren.  

Tuttavia sembrano Stefano Venier, AD di Hera, e Alessandra Pasini, già CFO di Snam e capo dello sviluppo del business internazionale, i nome più probabili per la guida l’azienda. La Pasini, conoscitrice del business e dei numeri, rimarcherebbe infatti una scelta di continuità oltre ad aver seguito da vicino il progetto Tap.  Alla presidenza infine circola un nome inedito: Stefano Simontacchi di Bonelli-Erede.

Italgas, Paolo Gallo verso la riconferma. Fincantieri, probabile entrata in scena di Fabrizio Palermo

Paolo Gallo sembrerebbe dirigersi verso una riconferma ai vertici di Italgas, mentre la partita di Fincantieri potrebbe riservare qualche sorpresa con l’entrata in scena di Fabrizio Palermo.

L’ex ad di CDP potrebbe infatti sostituire Giuseppe Bono, ad dell’azienda da ormai 20 anni, guidandone il risanamento e il rilancio su scala mondiale. Anche l’attuale dg Fabio Gallia potrebbero sostituire l’ad così come Pierroberto Folgiero, attuale numero uno di Maire Tecnimont.

Tuttavia resta sul tavolo l’opzione di un nuovo incarico a Bono in qualità di Presidente operativo e non c’è da escludere una sua riconferma insieme a quella dell’attuale presidente Giampiero Massolo.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x