Venerdì, 20 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Poste Italiane, nel 2021 utile record a 1,6 mld (+31%) e ricavi a 11,2 mld (+6,6%)

Del Fante, AD e DG di Poste Italiane: “Stiamo attuando una strategia anti-fragile che ci consente di adattarci e di reagire con successo a questa fase di forte incertezza, una strategia che ci ha permesso di superare i nostri obiettivi del 2021 in termini di ricavi, risultato operativo e utile netto”

23 Marzo 2022

Poste Italiane rileverà il 51% della società cinese Sergi Express

Poste Italiane AD Matteo Del Fante

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato la Relazione finanziaria annuale 2021, redatta in conformità ai principi contabili IAS / IFRS, e l’aggiornamento del Piano Industriale “24SI”. Poste Italiane chiude il 2021 con ricavi per 11,22 miliardi di euro, in aumento del 6,6% rispetto ai 10,53 miliardi realizzati nell’esercizio precedente. In forte miglioramento anche il risultato operativo, che è salito da 1,52 milioni a 1,85 miliardi di euro (+21,1%).

Poste Italiane: dividendo 2021 rivisto al rialzo a 0,59 euro (+21% a/a)

Poste Italiane ha terminato il 2021 con un utile netto record in crescita di 1,6 miliardi di euro (+31%). L’utile per azione è stato di 1,214 euro. A fine 2021 la posizione finanziaria netta era positiva per 7,16 miliardi di euro, rispetto ai 6,86 miliardi di inizio anno. Sempre fine anno le Attività Finanziarie Totali risultavano pari a 586 miliardi di euro in aumento grazie a una raccolta netta di 15,1 miliardi e da un effetto positivo sui valori di mercato degli attivi pari a 2,3 miliardi. Il dividendo 2021 è stato rivisto al rialzo a 0,59 euro (+21% a/a).

Del Fante: "Guardando agli ultimi 5 anni, abbiamo costantemente superato gli obiettivi del piano strategico, con l’utile netto del 2021 quasi raddoppiato rispetto al 2017"

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha commentato: “Stiamo attuando una strategia anti-fragile che ci consente di adattarci e di reagire con successo a questa fase di forte incertezza, una strategia che ci ha permesso di superare i nostri obiettivi del 2021 in termini di ricavi, risultato operativo e utile netto.

Poste Italiane ha ottenuto risultati rilevanti, migliorando i propri numeri sia rispetto al 2020 che al 2019. Guardando, inoltre, agli ultimi 5 anni, abbiamo costantemente superato gli obiettivi del piano strategico, con l’utile netto del 2021 quasi raddoppiato rispetto al 2017.

La trasformazione industriale iniziata con il piano “Deliver 2022” e proseguita con il Piano “24SI” ha permesso di migliorare le performance dell’azienda, facendo leva sulla piattaforma di distribuzione omnicanale integrata del Gruppo.
Forti dei risultati conseguiti sul mercato dei pacchi, stiamo ora diversificando la nostra attività per diventare un operatore logistico ad ampio raggio, anche attraverso opzioni di crescita inorganica quali l'acquisizione di Plurima, focalizzata sulla nuova nicchia di mercato della logistica ospedaliera in rapida espansione.

I nostri nuovi canali abilitati su digitale e il network Business to Business to Consumer sostengono una solida crescita di ulteriori ricavi. Abbiamo raggiunto una media di 20 milioni di interazioni giornaliere, principalmente provenienti dai tutti i nostri nuovi canali, tra cui la rete PuntoPoste, a dimostrazione dell’enorme potenziale che la nostra base clienti può garantire per il futuro.

Recentemente abbiamo lanciato nuove iniziative strategiche, che ci consentono di rivedere al rialzo i nostri obiettivi per il 2022. Abbiamo firmato un accordo per acquisire il 100% di LIS al fine di consolidare la nostra crescita nel business dei pagamenti di prossimità e rafforzare l'offerta di acquiring e di prodotti per le PMI, in linea con la strategia omnicanale integrata al centro del nostro Piano.

Abbiamo dimostrato di saper affrontare e superare con successo scenari di stress e siamo convinti di essere in condizioni migliori rispetto al mercato per far fronte alla situazione attuale.
Alla luce di questi notevoli risultati, intendiamo proporre un aumento del dividendo da 0,486 euro per azione dell'anno precedente a 0,59 euro per azione quest'anno, anticipando il dividendo per azione originariamente previsto per il 2022 e migliorando ulteriormente la nostra generosa politica di dividendi.

A maggio di quest'anno Poste Italiane celebrerà i suoi 160 anni. Il nostro patrimonio unico ci ha sempre permesso di affrontare le sfide del presente e del futuro delle nostre comunità. Siamo una “platform company”, con un business diversificato, resiliente e sostenibile per tutti gli stakeholder. Poste Italiane è stata, è e sarà sempre vicina alle persone e presente tra le comunità in tutta Italia.”

 

Principali trend operativi dei segmenti nel quarto trimestre e nell’esercizio 2021

Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione: Procede l'integrazione di Nexive, in anticipo rispetto a quanto previsto nel Piano; costanti investimenti per espandere il business in qualità di operatore logistico ad ampio raggio.

Servizi finanziari: rinnovato l’accordo con CDP sulla distribuzione del Risparmio Postale, vigente fino al 2024, che prevede commissioni di gestione ricorrenti che crescono nel tempo, e garantisce la sostenibilità per tutto il periodo di Piano. Investimento nei crediti d'imposta a sostegno del margine di interesse (NII).

Servizi Assicurativi: i prodotti del comparto assicurativo vita in anticipo rispetto ai target previsti nel Piano Strategico “24SI”, con le polizze multiramo che rappresentano il 58% dei premi lordi; crescita del business del comparto assicurativo Danni per diventare una compagnia assicurativa a 360 gradi.

Pagamenti e Mobile: i pagamenti con carta hanno raggiunto quota 2 miliardi (+29% rispetto al 2020) e le transazioni con carta nell’e-commerce sono cresciute di un notevole 31,0% a 520 milioni, con un incremento delle attività sui canali digitali di Poste. Nel 2021 gli e-wallet digitali hanno raggiunto quota 9,1 milioni (+23,4% rispetto al 2020), grazie al maggiore utilizzo della app Postepay; servizi di telecomunicazione solidi grazie a una base di clienti fedele.

 

POSTE ITALIANE 2024 SUSTAIN & INNOVATE PLUS
Obiettivi del 2022 rivisti al rialzo

Gli stakeholder hanno potuto beneficiare di una solida performance e risultati molto positivi nel periodo 2017-2021:

Gli azionisti hanno giovato della crescita di tutti i settori del business, con ricavi in aumento di € 0,7 miliardi e l’utile netto in crescita di € 0,9 miliardi; il dividendo per azione è aumentato del 40%.

Poste Italiane ha rafforzato il suo ruolo di pilastro strategico per il Paese, contribuendo alla crescita economica, con un impatto cumulato positivo sul PIL italiano per oltre € 49 miliardi dal 2018 al 2021. Poste Italiane ha sostenuto le comunità durante la pandemia attraverso la propria piattaforma informatica all'avanguardia per la prenotazione dei vaccini anti Covid-19 e mediante la distribuzione degli stessi sul territorio.

Poste Italiane continua ad investire sulle sue persone, con oltre 15.000 nuove assunzioni e programmi di formazione e riqualificazione al centro del piano di trasformazione delle risorse umane, con oltre 24 milioni di ore di formazione erogate.

Obiettivi finanziari del Gruppo nel 2022

Ricavi di Gruppo: € 11,7 miliardi (+1.1% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 11,6 miliardi).

Risultato operativo: € 2,0 miliardi (+9.0% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 1,9 miliardi).

Utile netto: € 1,4 miliardi (+8,9% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 1,3 miliardi).

Nuova politica dei dividendi

Dividendo del 2021 incrementato a € 0,59, in crescita del 21% rispetto al 2020, un anno in anticipo rispetto alla precedente politica prevista nel Piano Strategico “24SI”.

La crescita annuale si attesta ora al 7%, rispetto al 6% originario, riflettendo una solida performance delle attività sottostanti.

I risultati del 2021 sono stati raggiunti anche creando valore condiviso per le comunità, gli azionisti e le nostre persone attraverso: un supporto continuo alle comunità locali e al Paese attraverso la promozione dell'innovazione e della digitalizzazione:

Sistemi di prenotazione multicanale e gestione logistica dei vaccini anti Covid-19: abbiamo consegnato circa 30 milioni di dosi di vaccino ed elaborato 40 milioni di prenotazioni attraverso il nostro sistema di prenotazione multicanale utilizzato in 8 regioni, raggiungendo un terzo degli italiani[2].

Programma di educazione finanziaria e digitale: oltre tremila scuole raggiunte dal nostro programma di educazione finanziaria.

Rinnovo dell'offerta di prodotti per soddisfare le esigenze dei clienti in continua evoluzione: lanciata Postepay Digital, la prima carta digitale al 100%, premiata come “Prodotto dell'anno 2021” nella categoria dei servizi di pagamento intelligenti[3].

Sviluppo mirato delle competenze e benessere dei dipendenti e dei clienti:

Parità di genere: Poste Italiane entra per la prima volta nella Top 100 della classifica sulla parità di genere stilata da Equileap, organizzazione leader che elabora approfondimenti sulla parità di genere all'interno del settore corporate. Questo risultato si affianca all’inclusione di Poste Italiane, per la terza volta consecutiva, nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI).

Politica di remunerazione legata ai criteri ESG che sostiene attivamente la creazione di valore sostenibile a lungo termine per tutti gli stakeholder: sono stati inclusi obiettivi ESG sia nei sistemi di incentivazione a breve che in quelli a lungo termine. A partire dal piano di incentivazione a lungo termine (LTIP 2022-2024), viene assegnato un peso del 20% sulla performance a un KPI relativo alla diversità di genere.

Formazione: oltre 24 milioni di ore di formazione erogate ai nostri dipendenti dal 2017 (oltre 6 milioni nel 2021), di cui l'80% on-line, fornendo adeguate certificazioni anche ai nostri promotori finanziari (100% di certificazioni ISO 22222 a fine 2021), con l'obiettivo di servire al meglio i nostri clienti.

Top Employers Italia 2022: per il terzo anno consecutivo, Poste Italiane si è aggiudicata questo prestigioso riconoscimento da parte del Top Employers Institute per l’eccellenza delle politiche di formazione e welfare di Poste Italiane.

Iniziativa “Insieme 24SI”: i dipendenti sono attivamente incoraggiati a proporre in maniera strutturata nuovi prodotti, servizi o processi, contribuendo in tal modo a creare un ambiente nel quale le persone di diverso background si sentano incluse e valorizzate, e supportate da processi equi e pari opportunità.
 

La sfida green, che guida la transizione del Paese verso la carbon neutrality:

Flotta aziendale a basse emissioni: 10mila veicoli dei postini a basse emissioni a fine 2021.
Immobiliare: installazione di pannelli fotovoltaici sugli immobili (circa 2,2t di CO2 risparmiate dal lancio del progetto).
Prodotti green innovativi: lancio di PostePay Green (premiata come “Prodotto dell'anno 2022”), la nuova carta prepagata biodegradabile al 100% (totale di 1,1 milioni di carte prepagate biodegradabili a dicembre 2021



Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x