Mercoledì, 22 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Banca Generali tratta di istruzione al BG4SDGs. Verona: "Necessari condivisione e digital"

Il rettore della Bocconi di Milano ospita del 4° appuntamento dei talk di Banca Generali dedicati alla sostenibilità

28 Luglio 2021

Generali, al via ammissione al regime di Adempimento Collaborativo 

Generali

È Gianmario Verona l’ospite del quarto appuntamento di BG4SDGs, il format ideato da Banca Generali per parlare di sostenibilità e Agenda Onu 2030. Con il Rettore dell’Università Bocconi di Milano, Banca Generali non poteva che fare il punto sullo sviluppo dell’obiettivo numero 4 dell’Agenda, quello che le Nazioni Unite hanno identificato come Istruzione di Qualità per tutti.

“In Italia, le scuole di formazione sono ancora poche e l’aggiornamento professionale è spesso erogato da agenzie che non hanno la profondità tipica dell’approccio accademico. Il digitale può rappresentare un aiuto fondamentale, ma servono investimenti e progettualità soprattutto da parte delle imprese che ancora non hanno capito l’importanza della formazione continua” ha commentato Verona nel corso del talk.

Indubbiamente, però, un freno alla marcia verso il raggiungimento di questo obiettivo rischia di metterlo anche la situazione generata dalla pandemia. Come confermato dai risultati degli ultimi test invalsi, infatti, un anno e mezzo di didattica a distanza causa Covid ha nettamente peggiorato il livello di apprendimento degli studenti italiani, suonando un campanello d’allarme che il sistema scolastico italiano non può ora ignorare.

“La pandemia ha accelerato una serie di cambiamenti che in realtà erano già in atto da tempo, quale ad esempio il maggior peso del digitale nell’istruzione – ha dichiarato ancora Verona, che ha aggiunto -. Per il futuro ci sono almeno 3 elementi che saranno fondamentali. Innanzitutto ci sarà il sostegno del digitale come ulteriore strumento per veicolare la conoscenza. Quindi occorrerà lavorare sui grandi dati per aumentare al massimo la condivisione. Infine ci sarà da sviluppare l’interdisciplinarietà perché il mondo oggi è sempre più complesso e quindi occorre superare la verticalità che caratterizza l'istruzione attuale per comprendere meglio il nuovo contesto eterogeneo".

Banca Generali tratta di istruzione al BG4SDGs. Verona: "Necessari condivisione e digital"

Dagli spazi del BG Training & Innovation Hub di Milano in cui si è tenuto il talk, Gianmario Verona ha però indicato quella che secondo lui può essere la strada da seguire per portare a un nuovo livello l’istruzione in Italia.

“Facendo leva sugli investimenti tecnologici, diversi atenei americani hanno dato vita a programmi di bachelor dedicati a rendere la conoscenza accessibile in tutte le aree del mondo. Così facendo, le università riescono a integrare nella formazione e nei contenuti i tratti distintivi che arrivano dalla diversità e dall’inclusione di differenti culture. In Italia dobbiamo seguire questo esempio perché solo così riusciremo a raggiungere l’obiettivo stabilito dall’Onu”.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x