Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Niccolò Ghedini moglie, figli, patrimonio, famiglia e casa del legale di Berlusconi

Niccolò Ghedini è stato lo storico legale di Silvio Berlusconi, scopriamo mogli, figli, età, carriera e il suo patrimonio

18 Agosto 2022

Niccolò Ghedini moglie, figli, patrimonio, famiglia e casa del legale di Berlusconi

Niccolò Ghedini (foto LaPresse)

Niccolò Ghedini è stato lo storico legale di Silvio Berlusconi: scopriamo moglie, figli, patrimonio e casa. È deceduto all'età di 62 anni all'ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverato da tempo a causa di una grave forma di leucemia. All'inizio del 2022 era stata stilata una classifica dei parlamentari italiani e lui era risultato il più ricco di tutti.

Niccolò Ghedini moglie, figli, patrimonio, famiglia del legale di Berlusconi

Niccolò Ghedini era nato a Padova il 22 dicembre 1959. Si era laureato in giurisprudenza a Ferrara e aveva iniziato a lavorare nello studio legale del padre Giuseppe, un noto penalista padovano. Aveva tre sorelle. Nicoletta e Luisa Ippolita sono diventate avvocati civilisti. La terza sorella maggiore, Francesca, è archeologa. Ghedini seguì le orme del padre e si avviò alla professione in ambito penale dopo essere entrato nello studio dell'avvocato Piero Longo. Divenne un apprezzato avvocato e politico italiano. Il suo cliente più famoso è stato Silvio Berlusconi. "Un dolore immenso, se ne va un amico", ha scritto sui social il leader di Forza Italia dopo la diffusione della notizia del decesso.

Nel corso della sua carriera in qualità di avvocato decise anche di fare politica. Iniziò questo cammino negli anni Settanta nel Fronte della Gioventù, organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano. Poi passò al Partito Liberale Italiano. Fu nominato segretario dell'Unione delle Camere Penali Italiane a metà degli anni novanta, nella seconda Giunta presieduta da Gaetano Pecorella e nella prima presieduta da Giuseppe Frigo. Si avvicinò a Forza Italia e a Silvio Berlusconi, di cui divenne avvocato personale.

Nel 2001 è stato eletto alla Camera dei deputati nelle file di Forza Italia nel collegio uninominale di Este. Nel 2006 venne eletto al Senato. Nel 2008 alla Camera e nel 2013 ancora al Senato. Assunse molti altri prestigiosi incarichi, ma durante la sua attività parlamentare si attirò le critiche dell'opposizione, del mondo intellettuale e di parte della magistratura.

Suscitarono moltissime polemiche alcune dichiarazioni di Ghedini in difesa di Silvio Berlusconi. Fra le più commentate c'è quella secondo cui la legge non si applica necessariamente allo stesso modo per tutti i cittadini, detta in occasione del dibattito sulla costituzionalità del Lodo Alfano. Divenne famosa anche la frase pronunciata in relazione ai rapporti intrattenuti dal suo assistito con le escort a Palazzo Grazioli e Villa Certosa. In quell'occasione Ghedini utilizzò l'espressione "utilizzatore finale e quindi mai penalmente punibile", per argomentare l'esclusione di perseguibilità giudiziaria di Berlusconi nelle inchieste e nei procedimenti a suo carico.

Ghedini aderì a Forza Italia il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà. Il 24 marzo 2014 divenne membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia.

Nel giugno del 2016 Berlusconi, in convalescenza per un'operazione al cuore, gli lasciò le chiavi del partito, affiancato da Gianni Letta. Nel gennaio del 2018, insieme a Sestino Giacomoni e Antonio Tajani, si occupò di vagliare le candidature in vista delle elezioni politiche. Fu poi rieletto senatore.

Nel 2020 prese parte alle riunioni del Coordinamento di Presidenza del partito durante l’emergenza Coronavirus.

Niccolò Ghedini moglie, figli: la famiglia

Ghedini aveva tre sorelle. Due, Nicoletta e Luisa Ippolita, sono diventate avvocatesse. La terza invece è archeologa. Ghedini ha sposato Monica Merotto e dalla moglie ha avuto un figlio, Giuseppe, che ha preso il nome del nonno paterno, scomparso quando l'avvocato era appena tredicenne.

Il patrimonio di Niccolò Ghedini

Nel febbraio del 2022 era stata stilata una classifica dei parlamentari più ricchi. Ghedini era apparso al primo posto, come scritto da Il Mattino di Padova, con un guadagno di 2,5 milioni all’anno. La presidente Casellati si ferma a 255 mila euro. Segue Ostellari con 252 mila euro.

Secondo altri dati online, nel 2017 Niccolò Ghedini aveva dichiarato 2,1 milioni di euro.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x