Martedì, 09 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giovanni Bartolotti, morto per malore improvviso. Sui social scriveva: "TSO per chi non si vaccina"

Giovanni Bartolotti, ex dirigente di Confindustria, è stato colto da un malore improvviso ed è morto. Sui social spunta un suo post del 2021: "Chi non si vaccina è becero e ignorante. Va discriminato"

30 Giugno 2022

Giovanni Bartolotti, morto per malore improvviso. Sui social scriveva: "TSO per chi non si vaccina"

fonte: Facebook@jennyraimondo

É morto Giovanni Bartolotti, 59 anni, ed ex dirigente di Confindustria Emilia Area Centro, a causa di un malore improvviso che subito in molti hanno collegato al vaccino Covid. Di esso infatti Bartolotti era un grande sostenitore. Sui social infatti aveva scritto un post, datato 2021, nel quale proponeva il Tso - trattamento sanitario obbligatorio - per chi non si vaccinava. Era inoltre un fautore del Green pass. Il decesso di Bartolotti è avvenuto giovedì 30 giugno 2022 a Modena.

Giovanni Bartolotti, morto per malore improvviso. Sui social scriveva: "TSO per chi non si vaccina"

Il malore che ha colpito Giovanni Bartolotti è stato inaspettato e improvviso. I funerali si svolgeranno il prossimo sabato, alle ore 15.30, a Zocca, presso la chiesa parrocchiale. La salma dell'ex dirigente di Confindustria Emilia Area Centro sarà poi portata e deposta nella tomba di famiglia nel cimitero del luogo. L'uomo, 59 anni, era da sempre un grande sostenitore del vaccino Covid e del Green pass. Sui social infatti, a pochi minuti dalla notizia della sua dipartita, spunta il post che aveva pubblicato contro gli italiani che lui definiva, con fare dispregiativo, "No Vax".

Ecco il post in questo su Facebook:

"Mi spiace, lo dico subito: basta con il buonismo e la tolleranza nei confronti di questi No vax. Un conto sono le persone spaventate (comunque irrazionalmente) che cercano conforto per convincersi ad affrontare la vaccinazione; altro i beceri ignoranti che pretendono di far prevalere la loro presunta libertà a mettere in pericolo gli altri a discapito di coloro che non si possono vaccinare o i fragili in genere".

E ancora scriveva: "Nessuna pietà, repressione senza se e senza ma di chi assalta i palazzi pubblici e le forze dell’ordine e obbligo vaccinale (che è perfettamente costituzionale, nonostante le cretinate sulla assenza di adeguata informazione che sostiene Cacciari) con TSO: sì proprio trattamento sanitario obbligatorio. La sospensione dello stipendio per chi non si vaccina e non può accedere ai luoghi di lavoro è il minimo. Aggiungerei l’obbligo di portare un distintivo ben visibile per far sapere a chi sta loro vicino che non vogliono vaccinarsi: vanno discriminati".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x