Venerdì, 12 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mascherine a scuola, la protesta: "Basta obbligo come negli altri contesti sociali"

L'assessore regionale all’Istruzione del Friuli Venezia Giulia Alessia Rosolen: "L'Italia è l'unico Paese in Europa con l'obbligo di mascherine a scuola"

27 Maggio 2022

Mascherine a scuola, la protesta: "Basta obbligo come negli altri contesti sociali"

Fonte: imagoeconomica.it

"Ora basta mascherine a scuola. Togliere l'obbligo come in tutti gli altri contesti sociali": continua la protesta contro l'ennesima restrizione del Governo pensata per prevenire i contagi Covid tra studenti, insegnanti e personale scolastico. Oggi, in modo particolare, a far sentire la propria voce è l'assessore regionale all’Istruzione del Friuli Venezia Giulia Alessia Rosolen, che scrive una missiva con lo scopo di convincere il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi e quello della Salute Roberto Speranza. La richiesta è semplice: "Esonerare gli studenti di ogni ordine e grado dall’uso dei dispositivi di protezione all’interno degli ambienti scolastici così come consentito da tempo in molti altri contesti sociali e di aggregazione".

Mascherine a scuola, la protesta: "Italia? L'unico Paese con l'obbligo"

La protesta avanzata oggi dall'assessore del Friuli Venezia Giulia Alessia Rosolen è condivisa da tantissimi italiani, non solo studenti, ma anche genitori e insegnanti. Roselen tiene in considerazione anche un fatto non da poco, ovvero che "mancano ormai meno di due settimane dalla fine delle lezioni", si legge nella missiva. Al momento, tuttavia, la mascherina in classe rimane obbligatoria fino al prossimo 15 giugno

Secondo l'assessore ci sono innumerevoli "ripercussioni negative sul piano psicologico a causa dell'uso prolungato delle mascherine a scuola su bambini e ragazzi". E ancora: "Centinaia di genitori" chiedono "un intervento contro la decisione di prorogare fino al termine dell’anno scolastico l’obbligo dei dispositivi di protezione individuale in classe. Il nostro Paese – si legge - resta l'unico in Europa ad avere ancora l’obbligo della mascherina in un contesto nel quale sono stati effettuati forti investimenti per assicurare più classi e la scuola in presenza e dove le misure di sicurezza sono garantite e sono tutt’oggi fatte osservare scrupolosamente da insegnanti e famiglie".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x