Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Grafica Veneta, fallita la trattativa sulle assunzioni. La ditta: "Gogna mediatica"

L'azienda è finita nel mirino dei sindacati dopo l'accusa di caporalato che aveva fatto il giro del web

16 Agosto 2021

Grafica Veneta, fallita la trattativa sulle assunzioni. La ditta: "Gogna mediatica"

Fallita la trattativa per i dipendenti di Bm Service, l'azienda che aveva in appalto l'impacchettamento dei libri per conto di Grafica Veneta e che è finita nel ciclone mediatico con l'accusa di caporalato. Da allora era partita una vera e propria inchiesta, che puntava a indagare i restroscena delle condizioni di sfruttamento denunciate dai lavoratori. Il tavolo che ha riunito in Prefettura i sindacati Fiom Cgil e Adl Cobas e il rappresentante dell'azienda, il giuslavorista Emanuele Spata, si è concluso dopo due ore e mezza con una fumata grigia. Mentre dall'azienda ripartono le accuse incrociate sulla "gogna mediatica" delle ultime settimane.

Grafica Veneta, fallita la trattativa sulle assunzioni. La ditta: "Gogna mediatica"

Ancora uno stallo sul caso Grafica Veneta e caporalato. Il rappresentante dell’azienda di Trebaseleghe. lunedì 16 agosto ha lasciato il tavolo della Prefettura senza accettare l'accordo lanciato dai sindacati. L'azienda, dunque, non assumerà nessuno dei 24 lavoratori che chiedevano di essere inseriti nell’organico. La vertenza era iniziata all’indomani degli arresti per caporalato ordinati dal Gip di Padova, dopo una lunga indagine su violenza e soprusi che alcuni lavoratori pakistani avevano subito dai titolari di una ditta che lavorava in appalto per Grafica Veneta, la Bm service. 

Furiosa la reazione dei sindacati: per le associazioni di categoria Grafica Veneta rifiuta di assumersi le proprie responsabilità e avrebbe cercato, anche dopo l'incontro di venerdì 13 agosto, di "trovare accordi personali con i lavoratori per assumere solo i più anziani, così da far saltare la vertenza collettiva". Ora Cgil e Cobas valutano il ricorso alle vie legali oltre a nuove forme di lotta e di protesta.

Coinvolti nell’inchiesta, e oggi ai domiciliari, anche due manager della ditta veneta, che ora si trova sotto tutela di un amministratore giudiziario. La prefettura di Padova si è proposta di fare da garante a questa trattativa, ma l’avvocato di Grafica Veneta si è presentato dal Gip dicendo di non voler continuare il dialogo: "La gogna mediatica a cui l’azienda è stata sottoposta in questi giorni ha prodotto dei danni per cui non è pensabile ragionare in termini di assunzioni". E ha specificato ai media locali: "Noi oggi dobbiamo pensare alle 370 famiglie che già lavorano in Grafica Veneta rispetto alle quali noi dobbiamo dare prospettive di futuro, per cui se adesso la pregiudiziale è l’assunzione di questi lavoratori, purtroppo questa pregiudiziale non consente di continuare la trattativa".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x