Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Monopattino elettrico, pronta la legge 2021: stop ai minori e dopo il tramonto

La Commissione trasporti della Camera vaglia nuovi divieti e obblighi per mettere fine agli incidenti

10 Agosto 2021

Monopattino elettrico, pronta la legge 2021: stop ai minori e dopo il tramonto

Basta incidenti: dopo l'ennesimo caso di caduta da un monopattino senza casco, la Commissione trasporti della Camera prepara una nuova legge per vincolare i possessori del mezzo di trasporto del futuro. La questione monopattini e sicurezza è emersa dopo che un report denunciava 1 incidente grave ogni 3 giorni. Secondo i dati raccolti dall'Osservatorio monopattini dell'Associazione sostenitori e amici della polizia stradale Asaps, il 2020 è stato un anno drammatico per l'aumento dell'utilizzo e degli incidenti sui monopattini elettrici: 47 i casi di prognosi superiori ai 40 giorni, e un morto. Per un totale di 564 sinistri. Toppo perché non si renda necessario introdurre delle regole.

Monopattino elettrico, pronta la legge 2021: stop ai minori e dopo il tramonto

Innanzitutto, al vaglio della Commissione trasporti c'è l'accesso per limiti d'età. In questo caso, si sta valutando l'ipotesi di introdurre la soglia dei 18 anni come criterio minimo per guidare un monopattino elettrico. Tanti, infatti, i minorenni coinvolti in incidenti stradali perché viaggiavano in coppia su un solo mezzo. 

La guida disattenta, insieme a un manto stradale imperfetto, è stata la principale causa di cadute e impatti contro ostacoli fissi. Per questo motivo la proposta di legge ritiene opportuno abbassare i limiti di velocità a 20 km orari, anziché i 30 di oggi. E, scelta prevedibile, l'obbligo di indossare sempre il casco mentre si viaggia. Per il Codacons andrebbe inoltre introdotta l'assicurazione obbligatoria per chi viaggia sui monopattini elettrici, allo stesso modo di come avviene con auto e motocicli.

Secondo il presidente dell'Associazione 'Consumerismo No Profit' Luigi Gabriele la proposta deve essere introdotta quanto prima, in quanto "i monopattini rappresentano una vera e propria giungla perché ogni Comune si muove in ordine sparso, con regole estremamente diverse sul territorio".

Infine la questione del decoro urbano: da tutta Italia arrivano le denunce contro le compagnie di mobilità condivisa, che permettono a qualsiasi cliente di 'abbandonare' il monopattino non appena finisce la corsa. Tra le proposte avanzate un piano di educazione al codice della strada obbligatorio per chi prenderà i mezzi in sharing, compreso un tutorial in app e un call center dedicato alle amministrazioni e alla polizia locale per riposizionare in maniera tempestiva i mezzi parcheggiati in modo non idoneo e foto del parcheggio.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x