Martedì, 22 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Estate 2021, Menichetti: "Meglio fare vacanze in Italia per correre meno rischi"

Il primario di Malattie infettive all'ospedale di Pisa: "Per chi va in giro qualche rischio in più c'è quindi bisogna scegliere le destinazioni in modo responsabile"

17 Maggio 2021

Estate 2021, Menichetti: "Meglio fare vacanze in Italia per correre meno rischi"

Fonte: lapresse.it

Suggerimenti per le vacanze per la prossima estate 2021 forniti direttamente dal virologo Francesco Menichetti, primario di Malattie infettive all'ospedale di Pisa, il quale suggerisce di rimanere in Italia. "Per chi va in giro qualche rischio in più c'è quindi scegliere le destinazioni in modo responsabile e sicuramente considerare la necessità di qualche controllo al rientro", ha detto il virologo. 

Estate 2021, Menichetti: "Meglio fare vacanze in Italia per correre meno rischi"

L'estate del 2021 potrebbe infatti essere l'estate della ripartenza, o per lo meno di una svolta. Il programma di vaccinazioni contro il Covid sta proseguendo a pieno regime in molte Regioni. Di conseguenza i contagi stanno precipitando e milioni gli italiani già stanno pensando a dove andare in vacanza. "Io vedrei più volentieri per gli italiani un turismo interno - ha affermato Menichetti - che tra l'altro fa anche bene ai nostri albergatori e ristoratori. Gli stranieri benvengano con il green pass che è una misura adeguata".

"C'è la questione delle varianti - ricorda l'esperto - e io invito sempre a guardare al Regno Unto come a un riferimento. Il Regno unito adesso ha una circolazione di varianti virali, in particolare l'indiana, nel nord-est di Londra e in altre zone del Paese". Eppure, "disponendo di un sistema di monitoraggio di diffusione delle infezioni e delle varianti molto efficace, è in grado di intervenire in modo tempestivo".

"Noi - continua Menichetti - non ci troveremo di fronte a sorprese se saremo in grado di riprendere il tracciamento della diffusione dei contagi e della diffusione delle varianti". Infine: "Vedrei volentieri vaccinati i lavoratori del commercio che sono esposti fin dall'inizio a tutte le intemperie del virus. Se abbiamo, come dice il generale Figliolo, 20 milioni di vaccini a giugno, questa è una categoria che dovrebbe essere prioritariamente vaccinata. Lo considero doveroso perché loro anche nel lockdown li trovavi lì a batterti il conto alla cassa del supermercato. Perché sono servizio pubblico. E aggiungerei - ha concluso Menichetti - anche i ristoratori, gli albergatori e il personale dei lidi".

Estate 2021: quarantena, coprifuoco, spiagge e seconda dose in vacanza. Le regole

Manca pochissimo alla partenza dell'estate 2021: ecco tutte le regole, dal coprifuoco, alla quarantena, all'accesso alle spiagge, alle seconde case e alla seconda dose di vaccino in vacanza. Dal 17 maggio quasi tutta l’Italia sarà in zona gialla, con regole e misure più leggere. Una regione resterà in zona arancione, la Valle d'Aosta. Al centro dell'attenzione il coprifuoco e le riaperture. Si attende la cabina di regia prevista per domani. Intanto il turismo prova finalmente a ripartire. Da oggi stop alla quarantena per i viaggiatori dai Paesi Ue, Gran Bretagna e Israele. Ieri hanno riaperto altre spiagge, oggi i sindaci di molte località turistiche aprono alla possibilità della seconda dose di vaccino anti-Covid in vacanza, in una Regione diversa da quella della prima somministrazione o anche per chi arriva nel nostro Paese.

Colori Regioni 17 maggio: Italia zona gialla, Valle d'D'Aosta arancione

Tutta Italia in zona gialla dal 17 maggio ad eccezione della Valle d'Aosta che resta arancione. Dunque nuova mappa colori delle Regioni da lunedì. Una nuova ordinanza per contenere la diffusione del coronavirus, firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia del 14 maggio 2021, porta infatti in zona gialla le Regioni Sicilia e Sardegna. Quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle diverse aree in base ai livelli di rischio a partire da domani, 17 maggio, vede in zona arancione la Valle d’Aosta e tutto il resto d'Italia in zona gialla, nessuna Regione in zona rossa o bianca.

Estate 2021: viaggi, vacanze e quarantena

In vigore da oggi un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che prevede "l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, oltre che da Gran Bretagna e Israele, con tampone negativo, senza obbligo di quarantena", comunica il ministero. "Resta, dunque, l'obbligo di esibire all'arrivo un tampone molecolare o antigenico con esito negativo, effettuato nelle 48 ore che precedono l'arrivo in Italia. Con la stessa ordinanza sono state prorogate le misure restrittive nei confronti del Brasile fino al 30 luglio 2021".

Con un'altra ordinanza, il ministro della Salute "ha esteso la sperimentazione dei voli Covid tested, già in funzione negli aeroporti di Roma e Milano, anche agli scali di Venezia e di Napoli. Nei voli Covid tested i passeggeri sono sottoposti a un test molecolare o antigenico prima della partenza e all'arrivo a destinazione e, se l'esito è negativo, sono autorizzati all'ingresso e al transito nel territorio nazionale senza necessità di rispettare gli obblighi di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario. Finora i voli Covid tested coprivano solo la tratta fra gli Stati Uniti e l'Italia ma, nella nuova ordinanza, sono stati aggiunti come Paesi di provenienza anche il Canada, il Giappone e gli Emirati Arabi". Le ordinanze saranno in vigore fino al 30 luglio 2021.

Estate 2021, seconda dose vaccino in vacanza in regione diversa da quella di residenza

"In vista dell’estate, sarà importante consentire agli italiani di ricevere la seconda dose in una Regione diversa da quella in cui si è ricevuta la prima, al fine di agevolare l’organizzazione e la prenotazione delle vacanze" ha detto il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca. "Adesso siamo molto più tranquilli sull'esito del piano di vaccinazioni. E' chiaro ci sarà qualche difficoltà nel fare le vaccinazioni fuori dalla Regione di residenza - ha risposto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia -. Però confidiamo che con il generale Figliuolo si riescano a trovare quelle modalità per risolvere anche questo problema, non semplice ma con costanza e organizzazione si riuscirà a trovare la soluzione anche per questo".

"La politica sta aprendo un dibattito e una riflessione, ma è facilmente comprensibile che l'ipotesi porta con sé delle difficoltà organizzative - ha detto all'Adnkronos Salute il sottosegretario alla Salute Andrea Costa -. Tutto deve passare attraverso un accordo in Conferenza Stato-Regioni. Non può essere una iniziativa del ministero. Il concetto è di aiutare a semplificare e il richiamo nei luoghi di villeggiatura sarebbe un'opportunità per il cittadino ma tutto deve essere organizzato con un accordo tra Regioni".

Estate 2021, spiagge aperte: le regole, cosa si può fare e cosa no

Alcune regioni sono già partite nelle scorse settimane. Da ieri sono stati riaperti anche gli stabilimenti a Ostia, Fiumicino, Gaeta e Fondi nel Lazio. Il tutto nel rispetto delle regole e delle misure anti Covid. Dieci metri quadri per ogni ombrellone in spiaggia, un addetto alla sorveglianza delle spiagge libere. No allo sport di gruppo in spiaggia, sì ai racchettoni. Questi sono solo alcuni dei punti fissati nelle linee guida.

"Assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 m2 per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo)", si legge nel documento. "Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità. Si promuove, a tal proposito, l’accompagnamento all’ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente preparato (steward di spiaggia) che illustri ai clienti le misure di prevenzione da rispettare", proseguono le linee guida delle Regioni che hanno inserito nel documento i protocolli che riguarderanno le attività turistiche, i congressi e i grandi eventi fieristici.

"Per quanto riguarda le spiagge libere, si ribadisce l’importanza dell’informazione e della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione. Al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra le persone e gli interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti si suggerisce la presenza di un addetto alla sorveglianza. Anche il posizionamento degli ombrelloni dovrà rispettare le indicazioni sopra riportate".

"Da vietare la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti". "Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf) - precisa ancora il documento - possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale. Diversamente, per gli sport di squadra (es. beach-volley, beach-soccer) sarà necessario rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x