Venerdì, 12 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

NUMA, la musica tra self empowerment e pensiero positivo. L'intervista

Di Victor Venturelli

28 Giugno 2022

Numa non ha bisogno di grosse presentazioni. Un’artista poliedrica ed eclettica impegnata in attività umanitarie e animaliste. Cantante, autrice, produttrice e direttrice artistica, ha pubblicato svariati singoli musicali di successo in Italiano, Spagnolo e Inglese e, in unione al messaggio del pensiero positivo, promuove la sua musica in tutto il mondo. Numerose le sue collaborazioni in produzioni musicali italiane e internazionali per artisti del calibro di Adriano Celentano, Renato Zero, Pino Daniele, Trevor Horn, Geoff Westley, Alan Clark (tastierista dei Dire Straits), Julian Hinton (produttore, arrangiatore, compositore britannico per Trevor Horn, Robbie Williams, Seal), Mickey Feat (che ha suonato per Tina Turner e David Gilmour).  Nel 2020 è produttrice esecutiva del terzo volume dell’album di Renato Zero ZeroSettanta, già disco d’oro, e co-autrice insieme a Phil Palmer del singolo L’Angelo Ferito, disco d'oro.

NUMA, tra musica e good vibes

Ciò che rende unica NUMA è l'affiancare alla sua professione di artista e cantante, quella di Life Coach e insegnante internazionale certificata del metodo “Louise Hay - Heal Your Life” di tecniche energetiche di guarigione, che applica anche alla sua musica. "La musica – dice – è spesso origine di solidarietà, in quanto, se lo si vuole e lo si sceglie, può diventare il motivo del superamento di grandi barriere politiche e ideologiche. La concepisco come un potente mezzo di guarigione. La musica è l’Esperanto del Mondo"

In occasione dell'uscita del singolo TAN FUERTE ("più forte"), un nuovo brano caldo, sensuale, estivo che fa ballare a ritmo di reggaeton e incoraggia ad aprirsi all’amore. Un invito a dire SÌ alla vita , ad amare e vivere senza la paura delle proprie emozioni. È un brano che invita a cogliere l’attimo, la scintilla, a far esplodere sulla pelle le proprie passioni, esprimendo e liberando i colori più intensi della propria personalità, complice quel sano pizzico di follia che sa ancora come sorprenderci con “grazia, facilità e gioia”, come dice la frase magica che NUMA invoca al momento di affrontare nuove esperienze. 

Noi abbiamo scambiato due chiacchiere con lei, ecco cosa ci ha raccontato.

Da dove nasce l’idea della musica come self empowerment?

Sono buddista da 25 anni, una filosofia e religione che incoraggia fortemente a far fiorire le doti dell'essere umano , le sue infinite risorse, le capacità innate, anche quelle più nascoste . 
Insegna a vivere in connessione con tutte le forme di vita e con l’universo, con tutto ciò che è visibile ed invisibile. 
Mi ha rieducata alla fiducia in me stessa e negli altri, alla consapevolezza, ad orientare il cuore sempre verso il bene , a costruire ponti piuttosto che distruggerli.  
Ispirata da tutto ciò, sono 10 anni che studio  ed insegno anche tecniche energetiche di crescita personale, PNL etica, meditazioni, pensiero positivo, ipnosi regressive. Ho fondato un metodo: 
Io Scelgo l’ Amore“, che aiuta le persone a trovare il loro centro , la loro forza interiore , a risolvere traumi ed auto sabotaggi, aiuta loro a realizzarsi pienamente.

Poi hai deciso di unire questa tua spiritualità alla musica?

Scrivo, produco e canto musica da quando sono una ragazza. Lo spettacolo e la comunicazione sono la mia vita; è attraverso quello che so fare meglio che voglio aiutare le persone ad essere felici .
La musica, se usata con accordi che vibrano di gioia e di carica positiva, accompagnata da testi scritti con una metrica ed una cadenza quasi mantrica che trasmettono incoraggiamenti, visione espansa  del futuro , apertura , fiducia e propositi costruttivi, funge come  vera e propria cura . Il suo ascolto costante riprogramma i nostri circuiti neuronali, ovvero aiuta il nostro cervello, i pensieri inconsci e  le  emozioni connesse ad essere molto più positive e motivanti . 
Per rispondere alla tua domanda si può dire che ho portato il lavoro olistico all’ interno della musica pop per aiutare molte persone inconsapevoli e distanti da questa dimensione a disintossicarsi da emozioni tossiche alimentate da memorie tristi, frustranti o rabbiose. Un’ alterazione psicofisica  che può anche gravare sulla  salute . La musica è’ un mezzo importantissimo. 

Il pensiero positivo è alla base delle tue produzioni musicali. Con Tan Fuerte cosa vuoi raccontare?

Che dicendo si alla vita “ tutto il meglio arriverà “. Sembra un’ idea semplice e semplicista invece il SI ha un potere immenso . E va dichiarato ad alta voce a noi stessi e all’universo. Specialmente come dice “ Tan Fuerte “ quando ci risvegliamo alla emozioni e ci sentiamo Vivi . Quel SI è così importante perché ci libera dalle ultime catene mentali .
Un sorriso ci fa bene , lasciarsi andare ci fa scoprire noi stessi. Tan Fuerte ci esorta ad accogliere il momento giusto dove si percepisce la svolta. 
Ti cito questa frase :“Oltre il male e quel dolore c’è la fiamma dell ‘amore  che non si arrende mai“. 

Contaminazione di generi in questo nuovo singolo, dalla Latin music al Pop British. Una canzone che si rivolge a tutti quindi?

La musica deve parlare a tutti. Il genere è’ un po’ una convenzione per dire quali sono le contaminazioni prescelte ma fondamentalmente ho scelto di fare muisca pop perché adoro l’idea che sia di tutti, che sia Popolare . 
E’ bellissimo spaziare fra suoni e stili. 

Per il singolo c'è stata la collaborazione con Phil Palmer. Come lavorate insieme?

Io la mente creativa, lui il braccio esperto . Siamo una squadra solida e direi molto prolifica.

Vita è la keyword di un singolo che guarda all’ottimismo e alle good vibes. Da dove nasce questo tuo mindset?

Viene sempre dalla mia religione buddista, dalle pratiche meditative e dal contatto diretto che ho con le persone alle quali faccio il coaching per la crescita personale . Avere nel cuore e nella mente chiara la sacralità della vita ti da una forza immensa.

Quanto il lockdown ha inciso sulla creazione di questa canzone? Ce l’avevi già in mente?

Il  lock down ha scatenato dentro di me ancora più creatività ed idee. Ho avuto tempo per scrivere, meditare, studiare pregare, fare molto sport e fare tanta musica . Tan Fuerte e’ sicuramente parte di quella carica che proviene dal mio lavoro interiore durante il lock down ma ricordiamoci che avevo già in quel periodo fatto uscire “ il coraggio delle idee “, uno dei miei brani più ispirati  e 6 TU che più che mai parla di tutti noi in prima persona, capaci di decidere  sotto quale cielo vogliamo vivere e pronti a dare finalmente ascolto al nostro bambino interiore .

Dopo il singolo quali sono i prossimi progetti in cantiere? È previsto qualche tour estivo?

Sono tanto felicemente presa dalla mia promozione radio, interviste (anche in video ) e giornali . Desidero fortemente questo dialogo perché mi permette di raggiungere tante persone e farmi conoscere meglio .
Prevedo concerti in autunno perché al momento sto per girare un altro videoclip per un mio ulteriore singolo e finendo l’album che uscirà ad ottobre

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x