Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Philipp Plein riconquista Milano: arrivano hotel, showroom e ristorante

Il legame di Philipp Plein con il capoluogo lombardo è da sempre qualcosa di profondo

Di Victor Venturelli

01 Dicembre 2021

Bisognerà attendere il 2022 prima di ammirare il nuovo Hotel che sorgerà nello storico Palazzo Melzi d’Eril di via Manin 19-21 (il vecchio spazio Krizia) e targato Philipp Plein. Si tratterà di una location esclusiva dove prenderanno vita un club, un ristorante, un bistrot e l’hotel di 18 camere. Ad annunciare il nuovo progetto lo stesso fashion designer tedesco che, in occasione del black Friday, ha svelato i nuovi progetti pensati per la città lombarda.

Il legame di Philipp Plein con la città di Milano è da sempre qualcosa di profondo e oltre all’albergo, presentato in una serata speciale ed esclusiva all’interno delle mura dello storico edificio meneghino, ha annunciato nella medesima giornata del 26 novembre la creazione di un nuovo showroom in via Burlamacchi 5 (zona Porta Romana), presentato insieme al suo consulente di direzione Carmine Rotondaro.

L’edificio in cui sorgerà lo showroom, la storica Casa Marinoni, fa parte di un complesso immobiliare in pieno stile liberty.

Due i piani principali, uno posto al piano seminterrato e dì circa 550 mq, l’altro al piano terra (430 mq) oltre ad una zona terrazzo caratterizzata da un’area coperta espositiva (460 mq.) L’accesso ai piani avviene tramite ampie scale che congiungono i vari livelli.

Al piano seminterrato, in cui è collocata la reception, sorge la prima area espositiva di circa 220 mq e destinata agli accessori, la press room e gli uffici operativi, oltre ad aree dì servizio e distributive. A corredo anche il “bistrot”, un ambiente dì circa 60 mq in cui è possibile avere un momento dì relax immersi in un ambiente totalmente green. Tratto distintivo le due pareti verdi alte 8 metri che si riflettono nelle pareti specchiate creando uno spazio infinito rilassante e magico che si percepisce anche dagli spazi espositivi del piano terra, dedicato sia alla donna che all’uomo.

Per accedere agli spazi superiori una grande scala che conduce al piano terra. A questo piano si trovano le aree espositive destinate alla donna (mq.100), all’uomo (mq. 120), al denim (mq. 40) e al marchio Billionaire (mq. 60), raggiungendo i 430 mq di area.

Quando Philipp Plein pensa qualcosa la pensa in grande e, inserendosi pienamente nel contesto della città, sembra intenzionato a lasciare il segno ancora una volta creando degli spazi non solo di passaggio, ma dove vivere appieno la magia del mondo Plein e Billionaire (di cui il suo gruppo detiene il 51%).

I numeri parlano chiaro e l’Italia è un Paese strategico essendo il terzo mercato per il brand e che oggi rappresenta il 10% circa del fatturato. Il gruppo sta inoltre cercando delle location adeguate per continuare un’azione d’investimento importante nel Paese. Non a caso sono previsti due nuovi monomarca a Napoli e a Venezia.

Milano rimane però apripista nelle logiche di business che da sempre animano il fashion designer tedesco, e ancora una volta si rivela come città simbolo di una ripartenza della moda che, oggi più che mai, punta ad un’esperienza immersiva per il cliente, sempre più catapultato nel concept dei brand, oltre che per gli abiti e gli accessori anche per la possibilità di essere parte di una customer experience esclusiva.

Di Victor Venturelli

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x