Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

No Green pass a Roma, il VIDEO della protesta

In tutta Italia si annunciano proteste contro i nuovi obblighi a partire dal 1 settembre

29 Agosto 2021

La protesta No Green pass a Roma apre una nuova stagione di contestazioni, in attesa dello scattare delle nuove restrizioni in arrivo dal 1 settembre. A partire da mercoledì prossimo, infatti, entra in vigore l'obbligo di Green pass anche per aerei e treni a lunga percorrenza, nonché per la scuola. Tra cori e cortei, i manifestanti annunciano che il raduno di ieri, sabato 28 agosto, è solo l'inizio. L'obbiettivo è di "farsi sentire", e minacciano l'occupazione di almeno 54 stazioni nelle principali città italiane nei prossimi giorni. Le associazioni dei consumatori hanno già dichiarato di essere pronte alle denunce nei confronti dei manifestanti, mentre le Ferrovie dello Stato hanno già iniziato ad avvertire i viaggiatori che senza la Certificazione verde non si parte, nessuno escluso (la norma da riferimento ai viaggi interregionali su treni InterCity e Alta Velocità). 

No Green pass a Roma, il VIDEO della protesta

L'organizzazione della protesta di Roma è avvenuta tramite il tam tam online, attraverso chat Telegram come 'Basta dittatura', la stessa dove ora si ragiona sulle manifestazioni nelle stazioni, in programma per i prossimi giorni. "Non ci fanno partire con il treno senza il passaporto schiavitù? Allora non partirà nessuno", annunciano gli organizzatori. 

Assoutenti "è pronta a denunciare penalmente chiunque bloccherà le stazioni ferroviarie e creerà disagi alla circolazione dei treni". "Si tratta di una protesta di una violenza inaudita, che creerà enormi danni a chi utilizza il treno", ha commentato il presidente dell'associazione Furio Truzzi.

Circa 3 mila No Green Pass hanno protestato anche in piazza Duomo a Milano contro le misure messe in campo dal governo Draghi per limitare la diffusione del Covid19. Dal movimento '3V' all'associazione 'Ancora Italia', dal forum 'Non nuocere' al 'Fronte del dissenso', sono numerose le entità che si sono radunate per dire 'sì alla libertà' e 'no al Green pass'. Sul posto anche un palco, da cui arriva la denuncia contro quella che è stata definita come una "misura antidemocratica che non ha nulla a che vedere con la situazione sanitaria, ma serve solo a spaccare la società in persone di serie a e serie b". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti