Domenica, 02 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elisa Anzaldo e Senio Bonini del Tg1 sono la prova di una Rai avversa al centrodestra

Al Tg1, non c’è vergogna o remora nell’andare contro Berlusconi, Salvini o Meloni. Questo la dice lunga su una Rai politicizzata a sinistra

Di Stefano Bini

09 Agosto 2022

Elisa Ansaldo e Senio Bonini del Tg1 sono la prova di una Rai avversa al centrodestra

Monica Maggioni, per salvare capre e cavoli, da amica di Silvio Berlusconi ma anche di Enrico Letta, da femministra Boldriniana ma anche leccapiedi di Giorgia Meloni, ancora una volta se l’è cavata con un nulla di fatto. Se i “suoi fedeli” giornalisti avessero fatto battute infelici a degli esponenti politici di sinistra, la testa della Maggioni sarebbe saltata in un solo giorno; le battute poco felici di Elisa Anzaldo su Giorgia Meloni e quelle di Senio Bonini a Guido Crosetto fanno ben intuire l’aria che si respira (da sempre) in Rai, idem la paura che vinca il centrodestra. Ma così sarà e i sinistroidi se ne dovranno fare una ragione.

Questo iter va avanti da quando Silvio Berlusconi è sceso in campo nel 1994, con attacchi vergognosi alla sua persona e alle sue aziende, senza ritegno alcuno, anche quando era Presidente del Consiglio e aveva “in mano” la Rai. Pochi sono stati i suoi fedelisssimi, da Fabrizio del Noce ad Agostino Saccà, e tantissimi i nemici; la lista sarebbe lunghissima. Il fatto oggettivo è che il centrodestra è sempre attaccabile, il centrosinistra perennemente intoccabile; questo è anche un po’ colpa di un centrodestra che non è mai riuscito (in Viale Mazzini) ad essere compatto e ad inserire i suoi nei posti chiave, come in televisione. Oppure, se li ha inseriti, lo ha fatto con il peggio del peggio, a cui i telespettatori erano refrattari.

Speriamo che con le prossime elezioni il centrosinistra sia abbattuto e il centrodestra si svegli in maniera intelligente e costruttiva verso le sue risorse manageriali e artistiche, ma soprattutto che non dia alcuno spazio ad esponenti avversi, perché la sinistra non lo ha mai fatto ma anzi ha cercato sempre di distruggere in tutti modi la destra.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x