Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Rodolfo Banchelli, da ballerino di rock’n roll a The Voice Senior

Il dancer, attore e cantante è stato scartato nel programma di Rai1 ma ha molti progetti in mente, da un disco al musical

Di Stefano Bini

08 Gennaio 2022

rodolfo banchelli

Rodolfo Banchelli, classe 1958, è un artista a tutto tondo. Nato come ballerino, il suo excursus è proseguito nel canto e nel musical; dopo anni tra spettacoli live e teatri, ha calcato il palcoscenico di The Voice Senior, programma di Rai1 condotto da Antonella Clerici e prodotto da Fremantle.

L’esperienza nell’ammiraglia di Viale Mazzini è durata poco ma, in quest’intervista, Banchelli ci racconta cosa gli ha lasciato quest’esperienza e i progetti futuri.

Da ballerino di rock’n roll alla vittoria di Castrocaro, da un film da protagonista a Sanremo, fino a The Voice Senior. Ci racconti il suo excursus. 

«Sì, ho cominciato cantando e facendo i primi accordi con la chitarra al teatro della parrocchia, poi il boogie woogie e il Rock and Roll acrobatico hanno preso il sopravvento e sono diventati la mia passione, il mio lavoro, la mia vita. Fin da ragazzo ho sempre scritto poesie, pensieri, canzoni e durante uno spettacolo teatrale con Dario Fo’ registrai dei provini con brani scritti da me. Erano gli anni ’80, a Firenze c’era un gran fermento, partecipai e vinsi il Festival di Castrocaro, e partecipai a due Festival di Sanremo. Da allora, vivo di musica e con la musica in ogni sua forma.»

 

Ci faccia due nomi di persone che, dagli anni ’70 ad oggi, hanno sempre creduto in Lei. 

«Sicuramente, hanno creduto in me Fernando Capecchi e il suo socio Carlo D’Apruzzo, dandomi molte occasioni nel campo artistico. Poi si rimane da soli e bisogna credere in sè stessi e non mollare. A volte, ci si può ritrovare.»

 

Cosa ha fatto artisticamente negli ultimi anni? 

«Ho fatto musical d’autore in teatro. Io li chiamo cosi e sono scritti e interpretati da me, sulla vita di Don Milani e su Odoardo Spadaro. Ho ballato, cantato, recitato in tanti spettacoli live, scritto tante canzoni e due album con miei brani Swing, senza dimenticare che sono insegnante di danze swing.»

 

A The Voice Senior, la fortuna non è stata dalla sua parte. Gigi D’alessio era l’unico che doveva completare la squadra ma non si è girato. Perché? 

«Ha detto che aveva già una voce simile alla mia in squadra, ma quando sono arrivato io i giochi erano già fatti.»

 

Cosa Le ha lasciato l’esperienza in un programma in prima serata su Rai1? 

«Mi ha rinnovato la voglia di fare, d’impegnarmi nel mio lavoro e nella mia passione, che è la musica.»

 

The Voice Senior dà certamente un ritorno d’immagine pazzesco. Come pensa di sfruttarlo e cosa bolle in pentola per il futuro? 

«Nel periodo covid più duro, ho registrato un nuovo album di mie canzoni con una nuova band. Ora vorrei farlo uscire e riprendere i miei progetti teatrali anche con un nuovo musical scritto da me. Voglio portare a tutti la mia musica e anche produrre nuovi artisti, offrendo tutta la mia esperienza.»

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x