Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino Covid obbligatorio per tutti, presto una pericolosa realtà

A dirlo è la ministra per gli affari regionali: "Il Green pass può essere esteso, attendiamo i dati sulle vaccinazioni"

25 Agosto 2021

Vaccino Covid obbligatorio per tutti, presto una pericolosa realtà

Fonte: lapresse.it

Presto, tempo un mese o poco più, il vaccino contro il Covid 19 potrebbe diventare obbligatorio per tutti. In realtà, in teoria, il siero è già obbligatorio, malgrado in modo mascherato, dopo l'istituzione dell'obbligo di Green pass per molte attività e per accedere ai trasporti. E anche qui bisogna stare attenti, dato che presto arriveranno nuove regole (che rasentano sempre più il ridicolo) e molti più controlli e multe.

Vaccino Covid obbligatorio per tutti, presto una pericolosa realtà

A confermare l'ipotesi che il vaccino possa diventare obbligatorio per tutti i cittadini (e chissenefrega della Costituzione italiana) è stata la ministra per gli affari regionali, Mariastella Gelmini. "Non è un’eresia", dice. Il governo si prenderà infatti "15 giorni come evolve la situazione, poi si prenderanno le decisioni". Parole che sanno di minaccia a dir poco. Con l’alta probabilità di "estendere il green pass", ma con la possibilità, se necessario, di imporre l’obbligo vaccinale, continua Gelimini.

"È ancora presto per fare un bilancio, perché i dati sono condizionati dall’effetto 'generale agosto'. Del resto era prevedibile un rallentamento di queste ultime settimane nella campagna di vaccinazione", continua il ministro. "Saranno decisivi i dati dei prossimi quindici giorni". Come dire: non volete l'obbligo del vaccino, obbligate i reticenti a vaccinarsi. Un'idea geniale, quella di Ponzio Pilato, pardon, Mariastella Gelmini. E ancora: "L’utilizzo del Green pass può essere esteso", afferma l’esponente di Forza Italia, secondo cui la "scuola partirà in presenza e resterà in presenza".

E qui nuovo capitolo, nuovo scandalo. Il Green pass per gli studenti "può esistere solo nel contesto di un obbligo generale esteso a tutti. Il dato del 60% dei ragazzi fra 16 e 19 anni con già almeno una dose è incoraggiante". Infine, sull’ipotesi di obbligo vaccinale per i servizi pubblici, Gelmini afferma che "il vaccino sarebbe indispensabile per chi fa front office nella PA e per chi lavora nei servizi pubblici. Del resto l’obbligo vaccinale non è un’eresia: esiste già per alcune malattie. Una decisione del genere però spetta al Parlamento. La mia opinione è che occorre attendere i dati: se dovessimo giudicare irraggiungibile la copertura dell’80% della popolazione non vedrei alternative".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x