Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Stenosi del colon cos'è, sintomi, cause e rimedi: ecco l'intervento che salva la vita

Che cos'è la stenosi del colon, che ha costretto Papa Francesco a un intervento al Policlinico Gemelli

05 Luglio 2021

Stenosi del colon cos'è, sintomi, cause e rimedi: ecco l'intervento che salva la vita

Che cos'è la stenosi al colon, quali sono i sintomi che ci dicono che abbiamo questa fastidiosa malattia, quali sono le cause e soprattutto quali i rimedi. Tutto quello che bisogna sapere sulla patologia che ha costretto Papa Francesco a un intervento al Policlinico Gemelli.

Stenosi del colon cos'è, sintomi, cause e rimedi: ecco l'intervento che salva la vita

Detto in poche parole la stenosi del colon è un restringimento dovuto all'infezione dei diverticoli, sporgenze benigne che si formano all'interno dell'intestino crasso. Questi, i diverticoli, sono piccoli sacchi sporgenti verso l'esterno che interessano la mucosa e la sottomucosa dell'intestino. Si trovano più frequentemente nel colon sinistro e in particolare nel colon sigmoideo. Le cause principali della loro formazione sono stitichezza e cattive abitudini alimentari.

La stenosi diverticolare sintomatica del colon è il risultato di una serie di infezioni successive, un intervento delicato, secondo gli esperti, che si fa solo in caso di reale necessità, soprattutto fra gli anziani. La stenosi per la quale Papa Francesco è stato ricoverato per un intervento programmato al Gemelli, è solo una delle complicanze dei diverticoli che sono benigni e frequentissimi con il crescere dell'età: 50% fra i 50enni, 70% fra i 70enni e così via.

Che cos'è la stenosi del colon: SINTOMI

La stenosi diverticolare del colon nella maggior parte dei casi non presenta alcun sintomo, e può essere scoperta casualmente nel corso di una colonscopia che viene effettuata per screening dei tumori del colon-retto. Nei paesi occidentali, Italia compresa, la presenza di diverticolosi, senza segni specifici varia dal 30 al 50% della popolazione.

Nei casi in cui la diverticolosi viene scoperta casualmente non esiste alcun trattamento specifico, se non il consiglio di attuare una dieta più ricca di scorie accompagnata da abbondante acqua. Solo quando uno o più diverticoli si infiammano si presentano i primi sintomi, che possono essere ancora del tutto aspecifici, come gonfiore, dolori al fianco sinistro, diarrea o stitichezza. Li avete riconosciuti? Sono i classici sintomi definiti del "colon irritabile".

La diverticolosi si manifesta clinicamente quando uno o più diverticoli vanno incontro ad una vera infezione acuta, ed in questi casi i sintomi sono molto più evidenti e specifici. Il dolore al fianco sinistro si accentua, può comparire febbre, con nausea e raramente vomito: si parla allora di diverticolite, che usualmente, trattata con antibiotici può regredire, ma che in molti casi, particolarmente gravi, può richiedere l’accesso al Pronto Soccorso fino ad essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

Il quadro clinico della diverticolite acuta non è molto diverso da quello di una appendicite acuta, con la differenza che il dolore in caso di diverticolite è a sinistra, mentre nell’appendicite è a destra. Il ripetersi di episodi acuti comporta inesorabilmente nel tempo l’evoluzione in diverticolite cronica.

Che cos'è la stenosi del colon: cause

La stenosi diverticolare sintomatica del colon è un restringimento del tratto intestinale dovuto alla proliferazione dei batteri all'intero dei diverticoli, sporgenze naturali causate da un aumento di pressione interna all'intestino crasso. I diverticoli rappresentano patologie benigne, particolarmente frequenti con l'avanzare dell'età. Per contrastare le conseguenze delle infezioni può essere necessario ricorre a un intervento chirurgico, come nel caso di Papa Francesco

l numero dei diverticoli può variare da alcune unità fino a diverse centinaia. La loro presenza non comporta però l'insorgere di malattie. La stenosi diverticolare che ha colpito il Pontefice è una complicanza dovuta al susseguirsi delle infezioni proliferate all'interno dei diverticoli. I sintomi più comuni dell'infiammazione sono forti dolori addominali, febbre e perdite di sangue dal retto.

In rari casi può verificarsi anche una occlusione intestinale per la quale può essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza. In questi casi il quadro clinico della stenosi diverticolitica può simulare quello di un tumore del grosso intestino. Altro sintomo frequente sono le perdite di sangue o enterorragia, perdite che possono variare da quantità modeste fino a forme importanti tali da richiedere trasfusioni di sangue. Incredibilmente, una emorragia intestinale abbondante può essere il primo sintomo di una diverticolosi ignorata o essere la complicanza di una diverticolite già nota.

Le scariche di sangue rosso vivo sono specifiche dei tratti bassi del colon ed in questi casi andranno escluse le emorragie da emorroidi o da lesioni tumorali del retto: una visita proctologica ed una semplice rettosigmoidoscopia potranno chiarire ogni dubbio. Altra complicanza è la fistolizzazione, che si verifica tra la diverticolite e gli organi addominali vicini. La più frequente fistolizzazione avviene con la vescica: in questi casi il paziente riferisce di avere notato la fuoriuscita di aria (pneumaturia) assieme alle urine; in alcuni casi può addirittura verificarsi la presenza di tracce di feci nelle urine.


 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x