Sabato, 25 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Coraggio Italia si scioglie: Di Maio arruola i deputati di Toti

Il partito di Giovanni Toti e Luigi Brugnaro non esiste più. Coraggio Italia non ha più i 20 deputati necessari, così è pronto un nuovo centro con Di Maio

23 Giugno 2022

Coraggio Italia si scioglie: Di Maio arruola i deputati di Toti

Giovanni Toti (foto Lapresse)

Coraggio Italia si scioglie. Lo ha annunciato il presidente della Camera Roberto Fico. Il partito di Giovanni Toti e Luigi Brugnaro adesso non dispone più dei 20 deputati (è sceso a 18) e quindi è stato sciolto. Un epilogo dovuto al caos creato dall'uscita di Luigi Di Maio dal M5s che ha portato ad una impasse politica generale e che sta vedendo il costituirsi di un nuovo centro. Giusto ieri mercoledì 22 giugno l'ex partito votava a favore sulla delega al governo per la riforma fiscale. "L'attuazione di un'ampia riforma fiscale per migliorare l'equità, l'efficienza e la trasparenza del sistema tributario è da sempre una priorità di #CoraggioItalia".

Coraggio Italia non c'è più, sciolto il partito di Toti: alleanza con Di Maio?

Il presidente della Camera Roberto Fico ha annunciato che il gruppo di Luigi Brugnaro e Giovanni Toti a Montecitorio è stato sciolto. Il presidente dell'Aula ha informato che la formazione "non risulta più composta dal prescritto numero minimo di venti deputati dal regolamento" e che "conseguentemente. I restanti componenti da oggi sono iscritti al gruppo Misto, mentre Giorgio Silli che era stato eletto segretario di presidenza in rappresentanza di quel gruppo cessa dalle funzioni".

L'attuale presidente della regione Liguria e il sindaco di Venezia aspettano di vedere adesso gli epiloghi e gli scenari che si apriranno ad un anno dalle elezioni politiche. Il terremoto causato dall'uscita di Luigi Di Maio dai 5 stelle ha sicuramente favorito lo scioglimento del partito centrista, ma c'è da dire che Toti non si è mai espresso contro un progetto congiunto. Una possibile idea potrebbe essere quella in un polo che inglobi la nuova formazione di Di Maio, ma anche qui bisognerà aspettare l'approvazione dell'ex grillino. Altrimenti gli esponenti centristi si organizzeranno in altro modo. Il tentativo è di infittire i contatti con l'ex 5S Pizzarotti e con il sindaco di Milano Beppe Sala in vista delle Politiche del 2023.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x