Domenica, 22 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Marta Cartabia, in pole per il dopo Mattarella: partito, genitori, marito e figli

Tra i nomi in pole per il prossimo presidente della Repubblica c'è Marta Cartabia, ecco chi è: partito, genitori, marito e figli

24 Gennaio 2022

Chi è Marta Cartabia, pronta a diventare presidente della Repubblica: partito, genitori, marito e figli

Fonte: lapresse.it

Ecco chi è veramente Marta Cartabia, tra i nomi i pole per diventare il prossimo presidente della Repubblicapartito, genitori, marito e figli. All'anagrafe Marta Maria Carla Cartabia, nata a San Giorgio su Legnano, il 14 maggio 1963, è una una costituzionalista, giurista, accademica e politica italiana. Inoltre, dal 13 febbraio 2021, è ministro della giustizia nel governo dei migliori targato Mario Draghi.

Marta Cartabia prossimo presidente della repubblica?

Il 24 gennaio 2022 sono, alle 15, sono iniziate le votazioni per il prossimo presidente della Repubblica per il dopo Sergio Mattarella. La maggior parte dei partiti, Pd, Lega e M5s su tutti hanno puntato per la scheda bianca, in modo da prendere tempo, incontrarsi e procedere con gli incontri. Ma non è stata una scelta fatta da tutti i partiti. Gli esponenti di Azione e +Europa, infatti, hanno dichiarato, ancora prima di presentarsi alle urne, che avrebbero votato per Marta Cartabia. Il suo nome, tuttavia, non sarebbe particolarmente osteggiato da nessun partito. La Cartabia è al Governo "serenamente" con Lega, Fi, Pd, Italia viva e M5s. E, proprio il centrosinistra, ha sempre detto che sarebbe pronto a candidare una donna.

Sarà dunque Marta Cartabia il prossimo Presidente della Repubblica? Per il momento difficile dare un risposta. Certo è che molti la ritengono la scelta migliore. "Abbiamo deciso, insieme Azione e Più Europa nell'incontro tra i grandi elettori di non andare sulla scheda bianca e di votare Marta Cartabia perché ha le caratteristiche per essere un ottimo presidente della Repubblica". Lo ha annunciato Carlo Calenda, leader di Azione, al termine dell'incontro con gli alleati. Cartabia "è una giurista riconosciuta e un ministro delle Giustizia equilibrata e seria, non è una candidatura di bandiera ma un'offerta al Parlamento perchè può con equilibrio rappresentare tutti gli italiani".

E ancora: "Il nostro è un appello ai parlamentari perché questa occasione non va persa, non possiamo continuare a dare uno spettacolo indecoroso di accordi sotterranei, tatticismi, abbiamo inviato i partiti a incontrarci per parlare di Quirinale, non hanno voluto, non si può andare avanti così, dico alle parlamentari se non votiamo, se non spingiamo su un profilo come quello della Cartabia, se non ora quando? Non voteremo la Cartabia perché è donna ma perché ha il profilo perfetto ed è anche donna".

Chi è Marta Cartabia: partito, destra o sinistra?

Sono molti quelli che si sono chiesti, in questi anni in cui Marta Cartabia è stata al Governo, quale sia il suo partito di riferimento. Se sia dunque di destra o di sinistra. Diciamo subito col dire che Cartabia è un nome "tecnico", un po' come Draghi. Non aveva dunque un partito di riferimento. Certo, è pur vero che, da donna forte, preparata ed esperta, il Ministro della giustizia del Governo targato Mario Draghi qualche idea politica ce l'ha. 

Possiamo però dire che è cattolica e considerata vicina al movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione (CL), sin dall'epoca degli studi universitari. Il suo contributo nell'ambito della libertà religiosa, che emerge anche dalle sue pubblicazioni accademiche, si caratterizza per la difesa della laicità positiva dello Stato. Inoltre è sempre stata per un approccio ai conflitti ispirato alla metodologia della reasonable accommodation di origine nordamericana. Inoltre è una convita europeista.

Chi è Marta Cartabia: genitori, marito e figli

Marta Cartabia vive la sua vita privata vige il massimo riserbo. Sappiamo tuttavia che ha avuto un rapporto speciale, oltre che con i genitori, con la nonna materna Antonietta. Ha un marito dal quale ha avuto tre figli. Non si conoscono i nomi degli altri componenti della famiglia. La Cartabia ha una casa di proprietà in Valle D’Aosta, dove è stata insignita del titolo di ‘Ami de la Vallée d’Aoste’.

Curriculum e carriera

Il 2 settembre 2011 Cartabia è stata nominata giudice della Corte costituzionale della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in sostituzione della defunta Maria Rita Saulle. È stata la terza donna nominata giudice dopo Fernanda Contri e Maria Rita Saulle. Il 12 novembre 2014 è stata poi nominata vicepresidente della Corte costituzionale dal suo presidente Alessandro Criscuolo. L'11 dicembre 2019 è stata eletta presidente della Corte costituzionale all'unanimità.

Il 13 febbraio 2021 è diventata ministro della Giustizia nel governo tecnico di unità nazionale Draghi, succedendo ad Alfonso Bonafede. Cartabia è la terza donna (dopo Paola Severino e Annamaria Cancelleri) a ricoprire questa carica.

Altri Incarichi istituzionali:

  • Dal 2003 al 2006: componente aggiunto del Network of Independent Experts on Fundamental Rights della Commissione europea.
  • Dal 2008 al 2010: esperta italiana di FRALEX - "Fundamental Rights Agency Legal Experts", Agenzia europea dei diritti fondamentali dell'Unione europea a Vienna.
  • Dal dicembre 2017: membro sostituto della Commissione europea per la Democrazia attraverso il Diritto, nota anche come Commissione di Venezia.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x