Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mattarella bis, M5s e Pd continuano a spingere: per Letta "sarebbe il massimo"

Nonostante i ripetuti no dell'interessato, un eventuale bis di Mattarella continua a essere richiesto a gran voce dal M5s e dal Pd: per Enrico Letta un suo secondo mandato "sarebbe il massimo"

12 Gennaio 2022

Mattarella bis, M5s e Pd continuano a spingere: per Letta "sarebbe il massimo"

Fonte: lapresse.it

Continuano le insistenti richieste e Sergio Mattarella per un bis al Quirinale, con M5s e Pd in prima fila in quello che ormai si potrebbe configurare come un vero e proprio stalking nei confronti del capo dello Stato uscente. Malgrado i ripetuti rifiuti del diretto interessato infatti, i due partiti restano fermi nei loro desideri di avere una figura di garanzia come prossimo presidente della Repubblica. Figura che guarda caso la maggior parte delle volte corrisponde proprio al nome di Mattarella. Se infatti da un lato sta crescendo il numero di parlamentari pentastellati favorevoli a un bis del capo dello Stato, dall'altra è lo stesso Enrico Letta a dichiarare in tv che un secondo giro di giostra di Mattarella "sarebbe il massimo".

Mattarella bis, M5s e Pd continuano a spingere

L'identikit del Pd per il futuro inquilino del Quirinale è stato delineato martedì sera da Letta durante la trasmissione d La7 DiMartedì. Per il segretario il profilo ideale sarebbe quello di "un presidente o una presidente di profilo istituzionale, non un capo partito, né uno come me o Salvini o Conte o Berlusconi. Profilo istituzionale, super partes, un po' come è stato Mattarella, che è stato un grande presidente, e io credo che si debba chiedere al Parlamento di votare un presidente con le caratteristiche di Mattarella". A quel punto però, la domanda del presentatore Giovanni Floris è stata inevitabile: "'O Mattarella", alla quale Letta ha prontamente risposto: "Sarebbe il massimo, ovviamente".7

A quel punto il segretario del Pd ha lanciato un appello "alle altre forze politiche e in particolare al centrodestra: vediamoci domani [mercoledì ndr] al tavolo, ma in modo serio. L'unica condizione che ritengo inaccettabile è una parte che si siede e dice: io propongo il capo-partito della nostra fazione e voi ce lo votate. Non credo che porti da nessuna parte, ci si siede e ci si alza". Porte chiuse dunque per Berlusconi presidente, come ha poi confermato lo stesso Letta: "Non è che noi dobbiamo pagare un prezzo per la rinuncia di Berlusconi".

Evitare le elezioni anticipate

La partita per il Colle è però strettamente legata a quella di Palazzo Chigi. L'elezione del nuovo presidente della Repubblica deve essere per Letta l'occasione per rinvigorire il patto di governo ed evitare così di andare a elezioni anticipate: "È chiaro a tutti che in queste ultime settimane ci sia fatica. Credo che la legislatura debba andare a scadenza naturale, allora c'è bisogno di un nuovo patto di governo, in qualunque condizione".

Nel frattempo anche nel M5s si allarga il fronte pro Mattarella. Dopo il sì a un possibile bis dei senatori pentastellati, nelle ultime ore anche i deputati del Movimento hanno espresso il loro parere favorevole. "Serve una figura di garanzia, serve Mattarella", sarebbe stato l'indirizzo dei parlamentari grillini. Una linea che però da alcuni esponenti del Movimento è vista come un appiattimento alle volontà del Pd. Secondo il ministro delle Politiche giovanili Vincenzo Spadafora: "Non dovrebbe essere il Pd a dirci chi dovremmo votare: se fanno nomi che non ci piacciono lo dobbiamo dire".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x