Martedì, 05 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quirinale, Letta: "Servirà largo sostegno al Presidente. Coinvolgere anche Meloni"

Il segretario del Pd: "Sarebbe sbagliato se il 2022 fosse un anno di crisi politica e di elezioni"

09 Dicembre 2021

Quirinale, Letta: "Servirà largo sostegno al Presidente. Coinvolgere anche Meloni"

Fonte: lapresse.it

"A gennaio ne discuteremo ma secondo me in questa situazione è bene che il Presidente della Repubblica venga eletto con una larga maggioranza o largo sostegno perchè sarebbe contradditorio che venga eletto da una maggioranza stretta mentre il Governo è sostenuto dalla maggioranze più larga della storia repubblicana". Così parla oggi, giovedì 9 dicembre 2021, il segretario del Pd Enrico Letta che al Corriere.it affida diverse riflessioni. "Anche la leader di FdI Giorgia Meloni dovrebbe quindi essere coinvolta nell'elezione del prossimo capo del Quirinale?", gli viene domandato. "Sì - risponde in modo netto - serve una maggioranza larga, è positivo comprendere l'opposizione ma non ne abbiamo parlato".

Quirinale, Letta: "Per le elezioni sistema troppo frammentato"

"Io credo - continua Enrico Letta - che sia importante che l'impegno per la campagna vaccinale ed il Recovery vadano avanti per tutto l'anno prossimo, il 2022 è un anno in cui queste priorità devono trovare concretizzazione, sarebbe sbagliato se il 2022 fosse un anno di crisi politica e di elezioni, noi abbiamo un sistema che non permette una crisi di un mese ma in Italia significa 6 mesi di blocco", spiega il leader del Pd.

E ancora: "Ci sono stati molti danni da questa legge elettorale, si è creato un sistema politico molto frammentato anche a causa delle regole della vita parlamentare che non funzionano. Dopo l'elezione del Quirinale dovremo aprire una riflessione su riforme come quella dei regolamenti parlamentari che limiti il trasformismo parlamentare" e, prosegue il dem a Corriere.it, "aprire una discussione sulla legge elettorale il giorno dopo aver eletto Capo Stato con una larga maggioranza. Prima non ci sono le condizioni perchè il centrodestra è arroccato sull'elezione di Berlusconi al Quirinale".

"So - ammette - che c'è il no al vincolo di mandato in Costituzione ma tra la libertà e l'incentivo ad andare nel Misto come oggi ci sono vie di mezzo che vanno perseguite. Lo vedremo nell'elezione del Quirinale - conclude infine Enrico Letta - il gruppo Misto è diventato il più numeroso, se è così importante è figlio di una situazione di difficoltà".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x