Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Obbligo mascherina all'aperto, la decisione per le festività natalizie: i comuni interessati

In alcuni comuni, i sindaci, hanno deciso di applicare l'obbligo di mascherina all'aperto in alcune zone in occasione delle festività natalizie. L'obiettivo è quello di contenere la quarta ondata di Covid

26 Novembre 2021

Torna l'obbligo di mascherine all'aperto in alcune città italiane

Fonte: LaPresse

Nel nuovo decreto che entrerà in vigore il 6 dicembre 2021, si è parlato anche di obbligo di mascherina all'aperto. Questo provvedimento ovviamente non è un obbligo per tutti le città, ciò nonostante alcuni tra i grandi comuni hanno già deciso di applicarlo. Scopriamo dove sarà applicato e quando entrerà in vigore.

Obbligo di mascherina all'aperto: Lombardia

La prima città ad estendere l'obbligo di mascherina all'aperto è Milano. Questo provvedimento è stato approvato in consiglio comunale attraverso un'ordinanza. Adnkronos ha riportato il testo dell'ordinanza del comune di Milano, dove si legge: "Da sabato prossimo, 27 novembre 2021, a Milano dalle ore 10 alle ore 22, tutti i giorni, sarà obbligatorio indossare la mascherina anche all'aperto, lungo l'asse tra piazza San Babila e piazza Castello". Tale obbligo resterà in vigore fino al 31 dicembre 2022 ed è stato pensato per contenere la quarta ondata di Covid 19. L'obbligo è quindi applicato per tutto il periodo natalizio nella zona del centro storico. Resta fortemente consigliato indossare la mascherina all'aperto anche in altri luoghi, soprattutto in presenza di assembramenti. Un altro comune lombardo che ha adottato questo provvedimento è Bergamo. Qui l'obbligo è esteso fino al 1 gennaio 2022 ed è applicato in tutto il centro storico di Bergamo alta, alcune zone di Bergamo bassa ed anche la zona dei mercatini natalizi. Nell'ordinanza è specificato che la multa in caso di violazione dell'obbligo di mascherina andrà dai 400 ai 3.000 euro.

Obbligo di mascherina all'aperto: Emilia Romagna

Spostandoci di regione andiamo in Emilia Romagna. Il capoluogo di regione Bologna ha deciso di adottare il provvedimento che obbliga di tenere la mascherina all'aperto. Il sindaco di Bologna ha deciso di far entrare in vigore il provvedimento già a partire da oggi, 26 novembre 2021, ed estenderlo fino alla prima settimana del nuovo anno, con scadenza il 9 gennaio 2022. Le zone in cui sarà applicato tale divieto sono quelle del centro storico "delimitate dai viali della circonvallazione". In questo caso cambia la multa per i trasgressori e rispetto a Bergamo sarà un po' meno salata. Le sanzioni vanno dai 400 ai 1.000 euro. Sono esenti da tale provvedimento "i bambini di età inferiore ai sei anni; le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter far uso del dispositivo; i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva".

Obbligo di mascherina all'aperto: Veneto

Un'altra regione interessata da questo provvedimento è il Veneto. La prima città ad applicare l'obbligo di mascherina all'aperto è stata Padova, che ha comunicato l'entrata in vigore di tale provvedimento a partire dalla mezzanotte di ieri, 25 novembre 2021. L'ordinanza è simile a quella degli altri comuni e prevedere l'obbligo in tutta la zona interna alle mure trecentesche che delimitano il centro storico. Altra città veneta è Venezia. Nel capoluogo di regione c'è particolare attenzione ad un evento: Festa della Madonna della Salute, che si è tenuta il 21 novembre 2021. Nel testo dell'ordinanza si legge che "è fatto obbligo di indossare le mascherine chirurgiche o di comunità, ovvero mascherine monouso lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso, con esclusione di dispositivi con filtro, in occasione di fiere e mercatini, a cominciare dalla Festa della Madonna della Salute, per proseguire con le Fiere di Natale dell'Epifania e i relativi mercatini: e saranno obbligatorie anche in ogni tratto viabile interessato dall’attivazione di sensi unici pedonali e in ogni altra occasione di tempo e di luogo in cui non sia possibile rispettare la distanza interpersonale". Una differenza tra Venezia e le altre città è che qui, come a Milano, la mascherina sarà obbligatoria solo in una determinata fascia oraria che va dalle 9 alle 23.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x