Domenica, 28 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Abruzzo, Fdi propone un "cimitero per feti": Governatore a favore, sconcerto femminista

Tre consiglieri regionali abruzzesi di Fdi propongono un cimitero da destinare ai feti. A favore il Governatore Marco Marsilio, protestano i collettivi femministi

19 Novembre 2021

Marco Marsilio

Marco Marsilio (fonte foto LaPresse)

Tre Consiglieri Regionali dell'Abruzzo di Fdi hanno in programma una proposta di legge per aprire un "cimitero per feti", o per "bambini mai nati". L'idea è chiaramente vista dai proponenti come una manovra anti-abortista, o per lo meno così è stata percepita dagli oppositori. Riferisce la Commissione Pari Opportunità della Regione, che ha accolto negativamente la proposta di legge, che così "s'introduce un meccanismo volto alla tumulazione del frutto del concepimento a prescindere dal consenso della donna, attraverso l'intervento impositivo delle aziende sanitarie. Il testo prevede per ogni aborto prima delle 28 settimane e dopo i 90 giorni, il seppellimento da parte della Asl in un'area specifica del cimitero, anche se i genitori non provvederanno o non lo richiederanno".

Le parole del Governatore Marco Marsilio sulla proposta di Fdi

"Sono assolutamente favorevole alla proposta di legge regionale di Fratelli d'Italia di creare, in Abruzzo, un cimitero dei bimbi mai nati" - ha dichiarato all'Adnkronos Marco Marsilio Presidente della Regione Abruzzo - "Secondo me si tratta di una opportunità per tante famiglie che vivono questa triste disavventura dell'aborto che possono scegliere se trattare il feto come un rifiuto speciale buttato tra altri rifiuti o tumularlo all’interno di uno spazio riservato. Credo che sia una proposta rispettosa della libertà di ciascuno e della dignità umana. Non capisco, al contrario, l'aggressione che si sta facendo a una proposta che, credo, molti accoglierebbero volentieri. E' difficile poi discutere con chi si barrica dietro l'idea che è normale che si butti un feto nel secchio rifiuti senza alternativa e senza pensarci sopra."

I collettivi femministi fortemente contrari all'idea di un "cimitero per feti" in Abruzzo

Di tutt'altro avviso le femministe del collettivo "Fuori Genere" che hanno già dichiarato di voler organizzare sit-in di Protesta a L'Aquila e a Pescara. "La sepoltura in un cimitero cattolico diventerebbe obbligatoria a prescindere dalla volontà della donna, in quanto o la donna acconsente a fare la sepoltura o la sepoltura sarà comunque effettuata! - scrive la pagina Instagram del collettivo - Questa proposta arriva sulla scia di quanto già accaduto in Lombardia prima e in Veneto poi ed è chiaro come tale scelta politica rientri all’interno di un più grande disegno integralista cattolico delle destre, strettamente connesse ai movimenti no-choice."

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x