Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass obbligatorio al lavoro, Salvini: "Ho parlato con Draghi, nessuna estensione"

Il leader della Lega racconta la telefonata con Draghi, smentendo le speculazioni su green pass e obbligo vaccinale

08 Settembre 2021

Salvini Green pass

Matteo Salvini (fonte foto Lapresse)

Non ci sarà nessuna estensione del Green pass ai lavoratori dei privati, e nemmeno l'obbligo vaccinale. Lo ha dichiarato il leader della Lega, Matteo Salvini, in occasione del Salone del Mobile in corso a Rho Fiera, a Milano. Salvini avrebbe ricevuto la notizia dopo una telefonata con il presidente del Consiglio Mario Draghi: "Ho parlato con il presidente Draghi, non risulta nessuna estensione di green pass a tutti i lavoratori del pubblico e del privato", ha raccontato il segretario della Lega. La dichiarazione sembra in contrasto con i temi toccati dal presidente del Consiglio nell'ultima conferenza stampa e sono al centro di un dibattito che ancora non ha portato certezze.

Green pass obbligatorio al lavoro, Salvini: "Ho parlato con Draghi, nessuna estensione"

Grande confusione attorno al tema green pass in attesa della cabina di regia. Non è chiaro se la possibilità di introdurre l'obbligo del certificato verde digitale a ogni lavoratore, pubblico o privato, stia venendo discussa o meno ai vertici del Governo. A smentire l'estensione del green pass è il leader della Lega Matteo Salvini, che avrebbe ricevuto conferme da Draghi in persona. "Ho parlato con il presidente Draghi - ha detto Salvini - non risulta nessuna estensione di green pass a tutti i lavoratori del pubblico e del privato differenza di quello che ho letto su qualche giornale e quindi questo mi conforta". Salvini commenta così il tumulto attorno al certificato sanitario Covid, dopo che la Lega ha ritirato gli emendamenti relativi al Green pass ma ha votato a favore di quelli presentati da Fratelli d'Italia.

Relativamente alla possibilità del vaccino obbligatorio accennata da Mario Draghi in conferenza stampa qualche giorno fa, Salvini ha aggiunto "Escludo che arrivi in discussione l'obbligo vaccinale. Siamo pronti a discutere di tutto, ma se qualcuno vuole inserire l'obbligo vaccinale deve anche inserire il risarcimento per eventuali danni. L'obbligo avrebbe il risultato contrario: spaventerebbe e aumenterebbe i dubbi". La dichiarazione di Salvini risulta in linea con la campagna del Carroccio per i tamponi gratuiti, che dovrebbe essere tra le tematiche discusse prima del decreto prossimo all'approvazione. Per il momento però, non ci sono ancora certezze e il tema del green pass obbligatorio continua a dividere la maggioranza.

Green pass obbligatorio, scontri con il Pd. Salvini: "Alzare i toni è il nostro mestiere"

Per quanto riguarda l'obbligo di green pass per i minorenni, Salvini ha commentato lo scontro in Aula con il Pd e ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è garantire salute e lavoro e penso che in queste ore si stia trovando una soluzione soddisfacente sui minorenni, sulle famiglie, sui tamponi gratuiti, sull’allungamento della durata del green pass. Se alzare i toni ci permette di avere dei risultati, allora vuol dire che stiamo facendo il nostro mestiere".

Salvini ha poi risposto alle domande in materia immigrazione: "Lo ho ribadito al presidente Draghi: aspetto il prima possibile un incontro a tre Salvini, Draghi, Lamorgese. Ci sono italiani che si sacrificano e che spendono soldi e tempo e intanto continuano a sbarcare migliaia di persone senza controlli e senza regole". Relativamente all'operato di Lamorgese poi, aggiunge: "Noi presenteremo un’interrogazione parlamentare per sapere se il famoso rave party abusivo in provincia di Viterbo è stato accompagnato o tollerato dal ministero dell’Interno. Se così fosse le dimissioni dovrebbero arrivare dopo un minuto".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x