Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Obbligo vaccinale, Salvini: "Nessuno in Europa ce l’ha, no ai bimbi fuori dalle classi”

Il segretario della Lega: "Da ex ministro dell'Interno, vedere poliziotti che mangiano un panino in piedi fuori dalla mensa perché privi di green pass è vergognoso"

24 Agosto 2021

Obbligo vaccinale, Salvini:  "Nessuno in Europa ce l’ha, no ai bimbi fuori dalle classi”

Fonte: lapresse.it

Mentre si avvicina la data di riapertura delle scuole e si continua a discutere a proposito del Green pass obbligatorio agli operatori scolastici, a prendere parola è il leader della Lega Matteo Salvini che si dice ancora una volta contrario non solo alla certificazione digitale, ma anche al possibile obbligo vaccinale. Infatti a molti italiani il lasciapassare verde per accedere a diversi luoghi della vita sociale sembra apparire come un'imposizione mascherata al vaccino. Ma Salvini non ci sta e dice: "Io ho 48 anni, mi sono vaccinato per scelta e non per costrizione, ma i bambini di 12-14 anni vanno protetti ed è importante, oggi l'ho detto a Draghi, che per tutti ci sia il diritto alla scuola in presenza, nessuno escluso, nessun bimbo deve rimanere fuori dalle classi".

Obbligo vaccinale, Salvini: "Nessuno in Europa ce l’ha, no ai bimbi fuori dalle classi”

"Gli italiani - afferma Matteo Salvini a proposito del possibile obbligo vaccinale anche ai più piccoli - stanno rispondendo, nessun Paese europeo ha l'obbligo, quindi non si capisce perché dovrebbe averlo l'Italia. Quando sento parlare di inseguire anche i bambini e i ragazzini, non da senatore ma da padre dico ‘attenzione'". Mentre dunque il leader della Lega ribadisce il suo disaccordo sul tema, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri sta pensando proprio in queste ore il da farsi: secondo diverse indiscrezioni l'obbligo potrebbe essere introdotto in Italia per over 40 e per i soggetti più fragili. Ma ancora tutto è da decidere, nessuna decisione finale è ancora stata presa da Ministero della Salute.

Non tutto il centro-destra però è d'accordo con Salvini: "Le dosi ci sono, i vaccinatori anche", scrive in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini. "Il governo ha fatto tutto il possibile per raggiungere l'obiettivo di immunizzare l'80% degli over 12 entro la fine di settembre. All'appello mancano solo gli irresponsabili che dicono di aver paura del vaccino disinteressandosi degli ospedali che stanno di nuovo riconvertendo i reparti ordinari in reparti Covid e di alcune terapie intensive vicine ai limiti di guardia". Poi precisa: "Per evitare un altro autunno difficile, e per rispetto dei malati con altre patologie che rischiano di dover rinviare le cure, io insisto con convinzione: l'obbligo vaccinale va imposto subito senza distinzioni: deve valere erga omnes, come dicevano i latini".

A questa parole però il segretario del Carroccio risponde: "Nessuno si permetta di pensare all'obbligo. Nessun Paese europeo ha l'obbligo dei vaccini, visto che guardiamo sempre all'Europa. Da ex ministro dell'Interno, vedere poliziotti che mangiano un panino in piedi fuori dalla mensa perché privi di green pass è vergognoso. Non esistono persone di serie A e persone di serie B", conclude.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x