Giovedì, 25 Febbraio 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Attentato in Congo, gaffe per la Lorenzin: mi "stringio" a "inserire il nome"

La Lorenzin prima fa un errore ortografico sul suo post di cordoglio alla vittime in Congo, poi cancella, ma, non ricordandosi i nomi, scrive "inserire nome"

Di Mattia Pirola

22 Febbraio 2021

Attentato in Congo, gaffe per la Lorenzin

Fonte: lapresse.it

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Doppia gaffe per Beatrice Lorenzin. Nel suo post di cordoglio per le vittime dell'attentato in Congo inciampa prima in un "orrore" ortografico. Poi, non contenta, corregge. Tuttavia, non ricordandosi il nome del carabiniere ucciso, scrive "inserire il nome" (indicazione fatta probabilmente per il suo social media manager).

Dopo questo doppio errore, in particolare dopo il secondo, molti hanno accusato l'ex Ministra della Salute del Governo Letta di avere fatto quel post per dovere, o per "obbligo istituzionale", più che per lasciare un vero messaggio di cordoglio.

Attentato in Congo, gaffe Twitter per la Lorenzin

Quale che sia la verità, sicuramente Beatrice Lorenzin ha peccato di superficialità mentre scriveva (o faceva scrivere) quel post su Twitter. Insieme a molti altri politici, giornalisti e chi più ne ha ne metta, ha voluto esprimere il suo cordoglio per la morte dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio e per quella del carabiniere Vittorio Iacovacci, che accompagnava il diplomatico. Lei però è stata tradita dalla fretta. O meglio, speriamo che la colpa sia da imputare solo alla fretta.

LEGGI ANCHE: Attentato in Congo, meno male che agli Esteri abbiamo ancora Luigi Di Maio

Il primo errore è il più veniale, anche se certo non ce lo aspettiamo da un'ex Ministro della Salute. Anzi, da loro me lo aspetto più che da altri, visto come siamo messi in tema Salute pubblica (e non parlo del Covid). In un tweet ora rimosso e corretto la Lorenzin ha scritto "mi stringio" attorno alle famiglie dell’ambasciatore Luca Attanasio e del giovane carabiniere (inserisci il nome) morti nell'agguato in Congo". Di solito le gaffe politiche fanno ridere, questa no.

LEGGI ANCHE: Congo, la ricostruzione sull'attacco all'ambasciatore: così hanno ucciso gli italiani

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti