Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Enel porta a Matera la rete elettrica del futuro. Cammisecra: "Una smart city digitale e sostenibile"

Enel, Grid Futurability Matera: E-Distribuzione investirà 27 Mio di euro in cinque anni per digitalizzare 9000 Km di rete elettrica per renderla più sostenibile, partecipativa e resiliente

Di Cristina Gatti

16 Giugno 2021

Grid Futurability Matera

E-Distribuzione presenta oggi il progetto Grid Futurability Matera, un'iniziativa che si pone l'obiettivo di creare una rete elettrica sempre più digitale, sostenibile, resiliente e partecipativa coniugando il territorio e la tradizione con l’innovazione. Domenico Bennardi Sindaco Comune di Matera ha commentato così durante la diretta: “L’impegno e l’investimento di Enel si sposano perfettamente con la visione di città custodita dalla nostra città: un luogo antico che sappia puntare sull’innovazione e sul concetto di smart city, una città che sappia coniugare la tutela della bellezza con lo sviluppo sostenibile”.

La rete elettrica di distribuzione è infatti un’infrastruttura che abilita il processo di transizione energetica, in grado di sviluppare e fornire nuovi servizi per i cittadini e accogliere sempre di più l’energia prodotta da fonti rinnovabili. L’obiettivo è trasformarla in una rete flessibile, aperta alla collaborazione e sempre più digitale garantendo qualità e affidabilità del servizio, tutto in un’ottica sostenibile per massimizzare il valore economico e ridurre gli impatti ambientali. Grid Futurability è quindi il modello per la trasformazione delle reti di distribuzione in Smart Grid attraverso la combinazione di sistemi tradizionali e soluzioni digitali avanzate che le rendono più affidabili ed efficienti, aperte alla partecipazione degli stakeholder e sostenibili.

Enel porta a Matera la rete elettrica del futuro. Cammisecra: "Una smart city digitale e sostenibile"

Il progetto Grid Futurability Matera avrà la durata di 5 anni (2021-2025), con investimenti pari a 27 milioni di euro. Gli interventi interesseranno circa 9000 km di linee, 31 impianti primari e 2412 impianti secondari, con benefici per oltre 129.000 clienti. Lo sviluppo del progetto dimostrerà tutti i vantaggi derivanti dall’’implementazione delle reti digitali a favore di clienti, imprese e comunità.

“La scelta di una città come Matera per sperimentare la rete elettrica del futuro non è casuale: - spiega Vincenzo Ranieri, Amministratore Delegato di E-Distribuzione - il progetto, che potrà essere replicato in altre aree del Paese, permetterà di mettere in campo tecnologie, energie e risorse per rispondere alle esigenze specifiche del Comune e della sua straordinaria conformazione urbana, abilitando la trasformazione in una vera e propria smart city e dimostrando come la bellezza del territorio possa convivere e integrarsi perfettamente con l’innovazione”.  

A Matera saranno introdotte nuove tecnologie come il Qed (Quantum Edge Device), dispositivo per la digitalizzazione delle cabine secondarie dotato di elevata capacità computazionale e intelligenza che integrerà in un unico device le funzionalità più importanti per l’automazione della rete elettrica, o la Smart street box, cassetta stradale di nuova generazione dotata di sensori e di apparati intelligenti in grado di fornire informazioni in tempo reale sullo stato della rete. Inoltre, grazie ai nuovi canali di comunicazione dell’Open Meter come la Chain 3 sarà possibile abilitare nuovi servizi e una più ampia partecipazione delle comunità al mondo dell’energia.

Enel porta a Matera la rete elettrica del futuro. La parola ad Antonio Cammisecra Direttore Infrastrutture e Reti Global, Enel

“Oggi mostriamo l’impegno che Enel pone nel rispondere positivamente alle sfide ed alle crescenti esigenze che la sostenibilità ambientale pone al sistema all’ecosistema elettrico. Stiamo vivendo un cambio di paradigma nell’ambito della transizione energetica verso la decarbonizzazione e l’innovazione tecnologica" - comincia Cammisecra - "Questa rivoluzione porterà la gran parte delle centrali elettriche del futuro ad essere collegate alla rete di distribuzione così come tutta l’elettrificazione dei consumi. I processi si trasformeranno seguendo una logica di sostenibilità. La rete di distribuzione di energia diventerà, sempre di più, un luogo di scambio. Non si tratta solo di potenziare la rete ma è necessario portare, così come facciamo per primo a Matera, un progetto di future ability, di predisposizione delle reti per il futuro che arriva. Si tratta di digitalizzare le reti dando operatività da remoto e in autonomia di autogestirsi. Si passa quindi da una logica centralizzata ad una decentralizzata di gestione delle reti. La future ability è l’approccio globale con cui Enel si pone al servizio dei consumatori del futuro. L’ambizione è quella di rendere percepibile al consumatore il miglioramento della qualità delle infrastrutture con l’obiettivo ultimo di portarlo ad una scelta di utilizzo sostenibile dell’energia".

"Abbiamo scelto di partire da Matera" - conclude il Direttore - "Con la nostra rivoluzione energetica in quanto luogo di tradizione, di bellezza e di presenza umana, per partire dal nostro passato per costruire un futuro digitale e sostenibile”.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x