Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan oggi: Talebani sparano su folla che sventola la bandiera nazionale

Diversi morti durante le manifestazioni a Asadabad. Intanto a Roma Fiumicino arrivano altri 202 afgani

19 Agosto 2021

Afghanistan oggi: Talebani sparano su folla che sventola la bandiera

Manifestazione a Asadabad

Continuano ad arrivare preoccupanti notizie dall'Afghanistan oggi: i Talebani sparano sulla folla afgana che protesta nella città di Asadabad con la bandiera nazionale in mano, simbolo dell'ormai persa indipendenza del Paese. A riportarlo è l'agenzia di stampa Reuters, che cita un testimone oculare, Mohammed Salim, il quale si dice davvero spaventato dalle azioni dei miliziani di questi giorni. Rimane però ancora da chiarire la questione delle morti registrate: secondo diverse fonti i colpi di pistola dei Talebani avrebbero ucciso un paio di manifestanti, invece secondo altre questi sarebbero deceduti mentre cercavano di scappare tra la folla spaventata. Intanto però sale il bilancio delle vittime a Kabul: ad oggi sono 12 le persone morte nei pressi dell'aeroporto della capitale nel tentativo disperato di fuga dal Paese.

Afghanistan oggi: Talebani sparano su folla che sventola la bandiera

Secondo fonti provenienti direttamente dall'Afghanistan, sono almeno due i morti e otto i feriti gravi dopo la manifestazione nella città di Asadabad. Non si fermano dunque le proteste della popolazione preoccupata e disperata per la presa di Kabul da parte dei Talebani. Tutto il Paese è in mezzo al caos e i cittadini pensano a salvarsi. Addirittura sembra che le madri siano "costrette" dalla situazione a lanciare i propri figli al di là del filo spinato per metterli in salvo dai miliziani ora al Governo. "Le donne lanciano i loro bambini oltre il filo spinato, chiedendo ai soldati di prenderli, alcuni sono rimasti impigliati nel filo", racconta ai microfoni di SkyNews un alto ufficiale allo scalo di Kabul.

Insomma, un momento davvero drammatico per gli afgani che cercano, come possono, di fuggire dal Paese. Poi spunta la voce del Governo cinese, secondo il quale i talebani ora sarebbero "più sobri e razionali" rispetto all'ultima volta in cui sono saliti al potere in Afghanistan. La Cina spera che essi diano seguito al "loro atteggiamento positivo" costruendo "un sistema politico adeguato" alla situazione. A comunicarlo è la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, la quale ha anche  osservato che "molti hanno ripetutamente sottolineato la loro sfiducia nei confronti dei talebani, ma - ha concluso - voglio dire che nulla al mondo può stare fermo". 

Intanto arriva la notizia che è atterrato a Roma Fiumicino il volo con 202 afgani a bordo. Alle 12.40 ha toccato il suolo italiano il Boeing KC767 dell'Aeronautica militari proveniente dal Kuwait con i cittadini evacuati da Kabul con due C130. Subito dopo lo sbarco c'è stata la consueta procedura di profilassi sanitaria contro il Covid-19 al Terminal 5. Gli afgani ora in Italia verranno isolati e sottoposti a tamponi molecolari per individuare la possibile presenza del virus. Tutto avviene sempre sotto lo stretto controllo della Polizia e delle Forze dell'Ordine. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x