Giovedì, 11 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Festa del lavoro, i sindacati: "Non bastano provvedimenti-tampone". Tensioni a Torino

"Pace, democrazia e lavoro sono le fondamenta di una comunità libera, fondata sul rispetto della persona umana, della libertà, della giustizia sociale": le parole del leader Cisl Luigi Sbarra. Momenti di panico nel corteo di Torino

01 Maggio 2022

Festa del lavoro, i sindacati: "Non bastano provvedimenti-tampone"

Fonte: LaPresse

Il segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra, in attesta di riunirsi oggi pomeriggio, 1 maggio, ad Assisi insieme ai rappresentanti degli altri sindacati per manifestare in occasione della Festa del lavoro, afferma: "Pace, democrazia e lavoro sono le fondamenta di una comunità libera, fondata sul rispetto della persona umana, della libertà, della giustizia sociale, della necessaria partecipazione dei lavoratori ai processi di trasformazione della società. Sono valori della nostra civiltà che, come ha ricordato il nostro Presidente Sergio Mattarella, non sono acquisiti per sempre: bisogna difenderli ogni giorno, ovunque siano minacciati". E poi manda una stoccata al Governo: "Non bastano i provvedimenti-tampone" per risolvere il problema del lavoro in Italia, della pace in Ucraina e delle relative conseguenze economiche e sociali. Intanto si registrano momenti di tensione al corteo del Primo Maggio a Torino quando un gruppo di lavoratori del foodelivery al passaggio dei sindacati chiede di entrare nel corteo "per portare anche la nostra voce di sfruttati".

Festa del lavoro e guerra in Ucraina, Sbarra: "Conseguenze su famiglie e imprese italiane"

"Bisogna incrementare gli sforzi diplomatici per far cessare la guerra. Senza se e senza ma. La pace è l’obiettivo da raggiungere, ma deve essere una pace dignitosa per l’Ucraina e non può coincidere con le ambizioni imperialistiche di un autocrate che vorrebbe spostare i confini d’Europa con i missili ed i carri armati", afferma il leader Cisl ai microfoni del giornale Avvenire. Su lavoro, guerra e relative conseguenze, secondo Sbarra non basta l'operato del Governo. "Gli aumenti dei prezzi graveranno entro dicembre almeno per 70 miliardi sui redditi delle famiglie e sui bilanci delle imprese. Pensiamo si debba valutare uno scostamento di bilancio per investire molto di più dei 5 miliardi previsti dal Def. Le risorse vanno trovate anche nell’incremento massiccio dei prelievi fiscali sugli extra profitti e dalla redistribuzione di tutta l’Iva aggiuntiva".

Per Sbarra , "bisogna accelerare gli investimenti pubblici e privati, difendere i salari e le pensioni dalla fiammata inflazionistica, puntare alla qualità e stabilità dell'occupazione. La sfida è sostenere subito il potere d’acquisto ed i consumi senza far ulteriormente crescere l’inflazione. Non dobbiamo consegnarci ad automatismi demagogici o ad interventi legislativi sul salario che non farebbero che peggiorare la situazione. C'è da lavorare a una nuova politica dei redditi che metta al centro le ragioni della crescita e della sua distribuzione. Tutto questo va affrontato dentro la dimensione di un patto sociale. Aspettiamo la convocazione del premier Draghi per lavorare insieme, governo e parti sociali, per mettere le riforme sui binari della stabilità e dell’equità, nella prospettiva di unire il paese superando divari economici, sociali, geografici e territoriali”, conclude infine.

Festa del lavoro, Tajani: "Serve maggior sicurezza"

Anche i leader politici parlano in occasione della Festa del lavoro di oggi e a porre l'attenzione sul tema della sicurezza è, in particolare, Antonio Tajani. "Oggi celebriamo San Giuseppe patrono degli Artigiani e dei Lavoratori. In questo giorno di festa è importante ricordare anche i tanti lavoratori che hanno perso la vita. Occorre un maggiore impegno nel garantire condizioni di sicurezza migliori sui luoghi di lavoro". Lo scrive sui social il numero due di Forza Italia.

Giorgia Meloni invece su Facebook nota che "l'obiettivo di Fratelli d’Italia è restituire alla nostra Nazione l'orgoglio, il prestigio e l'autorevolezza che merita".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x