Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ginecologo prescriveva sesso con lui per curare il papilloma virus: bufera dopo servizio de Le Iene

Il programma Le Iene ha scoperto che uno stimato ginecologo di Bari sosteneva di poter curare il papilloma virus tramite rapporti sessuali con lui

24 Novembre 2021

Ginecologo prescriveva sesso per curare il papilloma virus: bufera dopo servizio de Le Iene

fonte: Twitter @leo2014

Era conosciuto e stimato da tutti a Bari per il suo lavoro di ginecologo, ma dopo un servizio del programma televisivo Le Iene il professor Giovanni Miniello è finito sotto indagine dalla Procura per dei presunti abusi sessuali che avrebbe praticato nei confronti delle sue pazienti. Come è possibile ascoltare nelle registrazioni mandate in onda dalla trasmissione infatti, il medico proponeva alle donne che si recavano nel suo studio rapporti sessuali con lui come cura per il papilloma virus, approfittando della sua reputazione scientifica per mettere sotto pressione le pazienti.

Ginecologo prescriveva sesso per curare il papilloma

La vicenda ha avuto inizio da una segnalazione al quotidiano La Repubblica fatta da una donna di 33 anni, la quale aveva raccontato come il ginecologo le avesse diagnosticato il papilloma virus nonostante il suo Pap test fosse risultato negativo. Successivamente, Miniello disse alla donna che soltanto lui e "un’altra persona di Roma" avrebbero potuto curarla e solo attraverso un rapporto sessuale con lui, in quanto a suo dire sarebbe servita la "bonifica" di uomini vaccinati.

Dopo aver fissato un appuntamento nel suo studio, la donna decide di far intervenire la trasmissione Le Iene per evitare di rimanere sola con il medico e per poter avere una prova filmata delle affermazioni di quest'ultimo. Il timore era infatti quello che la stimata figura di Minello potesse mettere in secondo piano le denunce della 33enne, ma subito dopo l'apertura delle indagini da parte della Procura di Bari sono state decine le segnalazioni di donne a cui il ginecologo aveva riservato lo stesso trattamento.

Il medico si giustifica: "Era un'alternativa al trattamento"

A seguito del polverone sollevato dall'inchiesta, il professor Miniello ha tentato di giustificarsi, affermando: "Ho solo proposto una alternativa al trattamento che ha dato dei risultati e che comunque è sempre stata assistita da assoluta libertà di scelta".

Tramite il suo avvocato Roberto Eustrachio Sisto, il medico ha poi aggiunto di essersi dimesso in via cautelativa dall'Ordine dei medici della provincia di Bari e di essersi cancellato anche dall'albo professionale: "Ho dato così esecuzione alla sentenza mediatica emessa nei miei confronti da alcuni attori senza possibilità né di difesa, né di appello. L’ho fatto per restituire un po’ di tranquillità alla mia famiglia, alle mie figlie e, da ultimo, anche a me stesso".

Secondo Miniello infatti, il servizio de Le Iene avrebbe fatto partire nei suoi confronti una vera e propria "caccia all’uomo. Quello stesso uomo che da giorni è costretto a proteggersi a causa delle telecamere in agguato per strada, pronte a distruggere, senza alcuna remora, vite, famiglie, immagine. [...] Esco, in silenzio, di scena - ha infine concluso il medico - nella speranza che il sipario di questa terribile gogna mediatica si chiuda".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x