Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Enrico Varriale indagato per stalking, la misura cautelare del gip: "Lontano 300 metri dalla ex"

L' accusa della ex compagna: "Perseguitata e minacciata". Ma il telecronista sportivo della Rai nega: "Tutto falso"

30 Settembre 2021

Enrico Varriale

Enrico Varriale indagato per stalking

Il telecronista sportivo Enrico Varriale è indagato per stalking su denuncia della ex compagna, che lo accusa di aggressione fisica e psicologica. Secondo quanto dichiarato dalla ex il rapporto tra i due era diventato tossico, con telefonate persistenti da parte del giornalista e comprovate lesioni personali. Contro Varriale è stata predisposto il divieto di avvicinamento alla ex compagna, nonché il divieto di comunicare e provare a contattarla. Il giornalista si difende e dichiara "false" tutte le accuse.

Enrico Varriale indagato per stalking, chiamava incessantemente la ex compagna

Una relazione finita male, telefonate continue, improvvisate sotto casa e il dito attaccato al citofono. Questo il clima insostenibile descritto dalla ex compagna di Enrico Varriale, l'opinionista sportivo napoletano ex vicedirettore Rai. L'ex compagna ha così  denunciato il giornalista per stalking e lesioni personali. "Mi ha picchiata, presa a schiaffi, sbattuta contro il muro, insultata", così racconta la donna, con il quale Enrico Varriale aveva in programma di andare a convivere. Qualcosa è andato storto però, e l'amore ha lasciato spazio alle persecuzioni. "Mi perseguita con telefonate di notte, si apposta sotto casa, citofona alle 6 di mattina", continua l'ex compagna. 

Denunciato il comportamento opprimente alle autorità, nell'ultimo mese Enrico Varriale è stato oggetto di un'indagine per verificare le accuse di stalking e altri reati. Atti persecutori e lesioni personali sono le accuse contro le quali Varriale si defe difendere, ma il gip Monica Ciancio ha già predisposto una misura cautelare nei confronti del conduttore, al quale sarà vietato di avvicinarsi alla donna. Un "divieto di avvicinamento a meno di 300 metri dai luoghi frequentati dalla persona offesa", è quanto recita la disposizione. Nessun contatto fisico, ma nemmeno telematico. Al giornalista è vietato "comunicare" con la parte lesa, nemmeno "per interposta persona". In caso di incontro fortuito inoltre, dovrà "allontanarsi immediatamente, riponendosi a 300 metri di distanza". 

Enrico Varriale accusato di stalking, il racconto della personalità "aggressiva e prevaricatoria"

La valutazione a seguito della breve indagine conferma dunque le accuse della donna e in questa fase preliminare danno voce al suo disagio. Secondo quanto dichiarato in concomitanza con la disposizione: "le condotte poste in essere dal Varriale danno conto di una personalità aggressiva e prevaricatoria, evidentemente incapace di autocontrollo". Un autocontrollo che secondo l'indagine avrebbe portato l'uomo ad aggredire la compagna a seguito di un litigio. I due erano fidanzati da un anno e avevano in programma di andare a vivere insieme. Questa estate però, qualcosa si incrina nel rapporto tra il giornalista e la compagna imprenditrice, e questa descrive un clima di tensione dove era sottoposta ai "repentini scatti d'ira" da parte del fidanzato, sfociati più volte in aggressioni fisiche. 

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la mattina del 6 agosto è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. In quell'occasione, la coppia litiga, come ormai accadeva sempre più sovente, ma lui non si ferma alle parole. Non gli bastano gli insulti. Nella ricostruzione degli inquirenti, si legge che "durante un alterco per motivi di gelosia" Varriale "sbatteva la compagna violentemente al muro, scuotendole e percuotendole le braccia, sferrandole dei calci e, mentre la parte offesa cercava di rientrare in possesso del cellulare che le aveva sottratto, le afferrava il collo con una mano, cagionandole lesioni". 

Da quel momento l'imprenditrice decide di troncare la relazione, senza denunciare l'aggressione. Cambia presto idea, però, nel momento in cui l'ormai ex compagno diventa assillante, non accetta la fine del rapporto, continua a chiamarla appostandosi sotto casa sua a sorpresa e da vita a un'incubo di stalkeraggio per la donna.

Enrico Varriale si difende dall'accusa di stalking: "Tutto falso"

Il racconto dettagliato della compagna e la misura cautelare che impone la distanza forzata tra i due non è bastata per raggiungere un'ammissione di colpa da parte del giornalista Rai. Al contrario, Varriale si difende e sostiene fermamente che quanto dichiarato dalla ex compagna sia una congettura inventata di sana pianta. "Non ho mai stalkerizzato nessuno",ha replicato Varriale, e continua: "Chi afferma questo ne risponderà in tutte le sedi. Si tratta di una dolorosa vicenda personale che avrei preferito rimanesse tale".

Fortunatamente però, la violenza domestica e lo stalking non sono "vicende personali" ai sensi di legge, e l'indagine a carico del telecronista sportivo determinerà fino a che punto è responsabile di quanto denunciato dalla ex. Varriale si dimostra però ottimista: "Purtroppo queste accuse mi sono state rivolte, e rese pubbliche, sono accuse del tutto false. Sono sicuro che riuscirò a dimostrare la loro infondatezza facilmente e in tempi brevi". Innocente fino a prova contraria, Varriale dovrà dimostrare l'infondatezza delle accuse della ex, ma, per il momento, da almeno 300 metri di distanza da lei.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x