Sabato, 22 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gino Strada è morto: il fondatore di Emergency aveva 73 anni

Proprio questa mattina un articolo a sua firma per La Stampa sulla situazione in Afghanistan

13 Agosto 2021

È morto Gino Strada: il fondatore di Emergency aveva 73 anni

È morto Gino Strada: il fondatore di Emergency aveva 73 anni. A darne notizia è Il Corriere della Sera. Proprio questa mattina un articolo a sua firma per La Stampa sulla situazione in Afghanistan. Soffriva da tempo di problemi di cuore. La Ong nata 25 anni fa, attraverso la quale il chirurgo ha costruito ospedali in 18 Paesi del mondo, sarà gestita dalla figlia Cecilia.

Gino Strada è morto: il fondatore di Emergency aveva 73 anni

Gino Strada, all'anagrafe Luigi era nato a Sesto San Giovanni il 21 aprile 1948. E' stato  un medico, attivista e filantropo italiano, fondatore, assieme alla moglie Teresa Sarti (1946-2009), dell'ONG italiana Emergency. Dopo aver terminato gli studi superiori presso il Liceo classico Carducci, Strada ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università Statale di Milano nel 1978, all'età di trent'anni, e si è poi specializzato in Chirurgia d'Urgenza. Durante gli anni della contestazione è uno degli attivisti del Movimento Studentesco. 

Le battaglie di Gino Strada sui diritti degli "ultimi e sull'immigrazione aveva in questi ultimi mesi lasciato spazio alle sue battaglie pro vaccino Covid. "Spezziamo la logica del profitto", scriveva a febbraio sul suo profilo Facebook. "Se vogliamo uscire dall’emergenza Covid-19, i vaccini devono arrivare a TUTTI." E ancora: "Per farlo è indispensabile aumentare la produzione e abbassare i prezzi: un risultato che potrebbe essere raggiunto se le regole che tutelano la proprietà intellettuale venissero - almeno temporaneamente - sospese o se le farmaceutiche concedessero licenze ad aziende terze".

Gino Strada è morto: il fondatore di Emergency aveva 73 anni

Subito in tantissimi sulle proprie pagine social hanno mandato un ultimo saluto a Gino Strada. Ecco alcuni messaggi e ultimi ricordi: 

Pietro Grasso ne ricorda l'impegno in Afghanistan: "Mentre i talebani avanzano in Afghanistan arriva la triste notizia della morte di #GinoStrada. Ha fondato Emergency per curare le ferite e le vittime di tutte le guerre, non si è mai tirato indietro di fronte alle difficoltà nel nostro Paese e all’estero. Grazie" 

Arriva un saluto anche da "avversari" politici come Giovanni Toti: "Dispiacere per la scomparsa di #GinoStrada. Non ho condiviso spesso le sue idee, ma è stato un grande combattente che ha cercato di perseguire attraverso la cura delle persone la giustizia sociale. Addio" 

Paolo Gentiloni: "#GinoStrada, una vita esemplare. Di amore e di lotta. Una grande eredità. #Emergency"

Laura Boldrini: "Per le vite che hai curato e salvato. Per essere stato testimone della ferocia della guerra e perciò grande sostenitore della pace, sempre. Per l'idea che hai fatto vivere di cura e medicina per tutte e tutti. Per ciò che sei stato e hai fatto, grazie. Addio #GinoStrada"

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x