Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Il Piazzale dei Partigiani intitolato a Hitler. La proposta choc del leghista Andrea Santucci

La dichiarazione choc arriva dall'ex capogruppo del Carroccio a Colleferro. La Lega prende le distanze "Non è iscritto"

13 Agosto 2021

Andrea Santucci

Il Piazzale dei Partigiani intitolato Hitler. La proposta choc del leghista Andrea Santucci

Intitolare il Piazzale dei Partigiani di Roma Ostiense ad Adolf Hitler. Questa la proposta choccante dell'ex consigliere della Lega a Colleferro Andrea Santucci, che in un messaggio a corollario della vicenda Durigon si è dichiarato favorevole a sostituire il nome della piazza con quello del cancelliere nazista. Una richiesta che ha sollevato un polverone sui social media dove i media italiani, ma anche internazionali, sono tornati a parlare del rapporto dell'Italia con il suo passato fascista. Passato che, secondo Santucci che non smette di sorprendere, se considerato "nel bene e nel male" potrebbe portare benefici anche al turismo italiano. Prende le distanze dalle dichiarazioni di Santucci la Lega, che ricorda che l'ex consigliere "non è più iscritto al partito".

Il Piazzale dei Partigiani intitolato Hitler. La proposta choc del leghista Andrea Santucci

Tra i trend di Twitter che mai nessuno si aspetterebbe di vedere nel 2021 "Partigiani a Hitler" è sicuramente una dicitura che salta all'occhio. Ma è proprio quella che sta dilagando in queste ore sui social media in lingua italiana a seguito delle dichiarazioni choc di Andrea Santucci, il leghista ex consigliere a Colleferro. In un messaggio che sta spopolando e che ha ricevuto diverse visualizzazioni, Santucci propone di sostituire il nome di Piazzale dei Partigiani con quello del fhurer tedesco Adolf Hitler. "La storia non andrebbe cancellata o peggio coperta come fanno molti. - scrive Santucci - Trovo assolutamente corretto che quella piazza torni al nome originale. Se solo avessi il potere di farlo, anche piazzale dei Partigiani a Roma Ostiense mi piacerebbe che tornasse a chiamarsi Piazzale A. Hitler. Mi hanno insegnato che la storia insegna e nel bene e nel male questa è la nostra storia, credo anche che per la cecità di alcuni perdiamo moltissimo in termini di turismo nel voler nascondere".

Lo dichiara con fierezza e senza volersi nascondere, Andrea Santucci, convinto che riconoscere la storia italiana (un piccolo controsenso considerato che il cancelliere è tedesco e che fasciamo e nazismo hanno le loro, ben documentate, differenze) potrebbe beneficiare il turismo nel nostro paese. A motivare una dichiarazione tanto controversa ci sarebbe il fatto che originariamente, in tempi di fascismo, la piazza aveva quel nome e ripristinare l'originale sarebbe dunque più legittimo e veritiero di quello attuale. Peccato che il cambio di nome sia stato fatto appositamente in modo da sottolineare la differenza tra il fhurer nazista e chi, in Italia, ha sacrificato tutto per cacciarlo e contrastare l'invasione tedesca in Italia.

"Partigiani a Hitler", la Lega si difende dicendo che Santucci non è iscritto

La vicenda si aggiunge al caso del sottosegretario Claudio Durigon, che aveva annunciato di voler dedicare il parco di Latina ad Arnaldo Mussolini, fratello del Duce, di fatto eliminando i nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il parco aveva preso il loro nome sostituendo quello di Mussolini in un gesto volutamente simbolico, e la proposta di Durigon di sostituirlo aveva scaturito non poche polemiche.

In riferimento al commento apparso su Facebook da parte di Andrea Santucci invece, la Lega prende le distanze e ricorda che l'ex consigliere non fa più parte del partito. "Andrea Santucci non è iscritto alla Lega e quindi non parla a nome del partito, né lo rappresenta in alcun modo. Qualsiasi tentativo di coinvolgere la Lega per alcune dichiarazioni di questa persona significa diffondere falsità e costituisce una grave strumentalizzazione politica: siamo pronti a difendere le nostre ragioni e ripristinare la verità nelle sedi appropriate". Mani avanti da parte di Tony Brugnolo, il Coordinatore Lega della provincia di Roma Sud, che così commenta le dichiarazioni controverse di Santucci, di fatto prendendo una posizione interessante in merito a una vicenda tanto delicata.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x