Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green Pass obbligatorio, le regole da seguire in vigore da oggi 6 agosto e come ottenerlo

Al via alla nuova vita pandemica con in mano l'indispensabile codice verde digitale Covid. Come ottenerlo e quando serve

06 Agosto 2021

Green Pass

Fonte: Twitter

Le speculazioni circa il green pass obbligatorio in tutta Italia finiscono oggi: il certificato digitale Covid entra in vigore con le nuove misure predisposte dal Cdm e regolamenterà la vita (ma soprattutto la movida) degli italiani. Per chi ancora non avesse in chiaro quali sono le regole legate all'introduzione del green pass, o come ottenere il passaporto digitale che consentirà di accedere ad alcuni luoghi al chiuso finora rimasti liberi, vediamo insieme un ricapitolo di cosa cambia a partire da oggi 6 agosto 2021.

Green Pass obbligatorio, quando serve e a chi viene rilasciato

Se amate andare al ristorante ma gradite l'aria condizionata, se volete fare quattro vasche ma senza le zanzare, o se volete assaporare nuovamente una sonata in do minore in un auditorium decorato, da oggi, 6 agosto, avete un'unica certezza: vi serve il green pass. Il certificato verde che attesta l'avvenuta vaccinazione contro il Covid, o il risultato negativo di un tampone fatto in tempi recenti, sarà indispensabile per partecipare ad eventi a grande partecipazione e per accedere a luoghi al chiuso come palestre, bar e locali. Il certificato verde viene rilasciato a chi ha completato il ciclo vaccinale (due dosi di un qualsiasi vaccino riconosciuto all'interno dell'Unione europea), ma anche a chi ha ricevuto una dose sola, per chi è risultato negativo a un tampone e per chi, su certificato del medico di base è guarito completamente dal Covid. 

Green Pass obbligatorio, come ottenerlo?

Il certificato verde è gratuita e viene rilasciata in automatico nel momento in cui si soddisfi uno dei requisiti predisposti a livello nazionale. Si potrà ottenere nel caso un individuo abbia effettuato la vaccinazione Covid (in quel caso l'ats responsabile rilascerà un foglio dotato di Qr code che determina la pratica digitale di ottenimento del green pass, e si riceverà inoltre un messaggio telefonico sul numero di cellulare indicato in fase di iscrizione per il vaccino). Sono idonei anche coloro che sono risultati negativi al test molecolare o antigenico rapido effettuato nelle ultime 48, e infine da coloro che sono guariti dal Covid-19 (avendolo contratto negli ultimi sei mesi). 

La durata del green pass dipende dalle condizioni nelle quali lo si è ricevuto. La sua validità è strettamente legata alla modalità di rilascio. In caso di avvenuta vaccinazione, il certificato verde viene generato automaticamente dopo il 15esimo giorno dalla somministrazione della prima dose e ha validità fino alla seconda dose. A seguito della seconda dose e quindi a vaccinazione completa viene somministrato entro due giorni dall'iniezione. Vale per 270 giorni (9 mesi). Un caso simile è quello del vaccino monodose, anche se più raro in Italia rispetto ad altri paesi, con il quale il green pass viene generato dal 15esimo giorno dopo la somministrazione. La sua validità è comunque di 9 mesi.

Chi si rifiuta di ottenere il vaccino anti-Covid o chi, per motivi logistici e di salute, ancora non lo ha ricevuto, potrà comunque partecipare alla vita di tutti i giorni al chiuso effettuando un tampone. In questo caso il certificato verde digitale viene rilasciato dopo poche ore e ha validità per 48 ore dall'ora del prelievo. Il costo del tampone varia da regione a regione, ma anche a seconda della farmacia di riferimento. In generale può andare dai 20 ai 40 euro. In altre parole l'aperitivo del venerdì sera può diventare un affare dispendioso. Chi invece ha dovuto subire la brutta esperienza di ammalarsi di Covid e guarire potrà almeno beneficiare di un green pass rapidissimo: sarà rilasciato il giorno dopo la visita di conferma ed è valido 180 giorni.

Il green pass si può visualizzare in forma digitale su diversi canali: all'interno del fascicolo sanitario elettronico regionale, sull'app Immuni, sull'app IO

Green Pass obbligatorio, quando serve?

A estate inoltrata e con il caldo che alimenta la movida, gli italiani dovranno porre un freno alle loro ambizioni ludiche e cercare di divertirsi principalmente all'aperto. Il green pass obbligatorio per tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni (età indicata perché è la stessa sotto la quale non è possibile ricevere il vaccino Covid) entra in vigore oggi per alcune attività al chiuso. Rientra in questa categoria l'andare al ristorante al chiuso, andare al cinema, a teatro, nei musei. Anche per l'attività fisica al chiuso come palestra e piscina servirà munirsi del certificato verde digitale. Ma non solo, le sagre di paese che tanto avevano atteso la riapertura dovranno richiedere il certificato ai partecipanti, così come gli stadi, i congressi al chiuso e i grandi eventi in generale. Sarà ancora consentito bere il caffè al bancone. Il green pass serve anche per entrare e uscire dai territori classificati come zona rossa o arancione. Per i colori delle regioni si applicheranno nuove misure.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x